mercoledì 12 dicembre 2012

Il prezzo di un wedding planner : 1° risposta Help Line

E' arrivato il momento

Ormai non resistevo più dall'ansia di iniziare 

Oggi è la prima, in assoluto prima, risposta per la nuova linea diretta con voi 

  



Se non hai letto della HELP LINE ti lascio il link qui e approfitta perchè questa è una delle basi fondamentali della Magnolia-Community
  
Mi "barbaradursizzo" ( :O dai..la prima che mi è venuta in mente ) , accendo i riflettori, metto un po' di musica di Barry White...no è troppo sexy mi distrae ..facciamo senza musica vah , mi metto sullo sgabello e faccio finta di avere stacco di coscia da svenimento e iniziamo

Oggi mi dedico a te..sì sì a te Gloria 

Sei pronta? ti è venuta la permanente afro dall'emozione di aspettare questo post come a me?

Gloria è una ragazza meravigliosa che mi segue ormai da tempo, ha 21 anni (-_- te possino come sei ggggiovane) , ha un blog carinissimo che si chiama The Event dove raccoglie ispirazioni su eventi e matrimoni , aspirante wedding planner

Questa la tua domanda:


“Come posso calcolare veramente il mio valore? detta in “parole povere” come posso stabilire quanto far pagare il mio servizio?”


  
Me la sono cercata
Non si poteva iniziare da argomento più tosto e oltretutto ne stavo parlando con una esimia carissima collega proprio stamani (se ti va cara fatti viva nei commenti per condividere )

Il problema di "darsi un prezzo" è un ostacolo grande e difficile da superare per tutte le attività, non solo quella del wp: è difficile dare un prezzo ad un oggetto da vendere , nonostante ci siano delle basi pratiche e di costi su cui fare i proprio conti, figuriamoci quando quel prezzo lo devi dare a "te stessa".

Inizi un'attività con entusiasmo, hai mille idee diverse e tutte originali e appassionanti, tutte possibili grandi successi, crei un sito meraviglioso, fai corsi, ti informi...poi il muro.
Per vendere devi per forza decidere un prezzo per il tuo servizio

Quali sono le percentuali di compenso per organizzare un matrimonio dalla a alla z?

Le organizzazioni complete vanno dal 10% al 20% più o meno (escludiamo casi particolari a quota fissa)
Ma ..ora che lo sai?
Non è niente e continui a brancolare nel buio

Il vero problema è che una volta che hai queste percentuali in mano..devi anche saperle applicare e per farlo devi conoscere te stessa, cosa vuoi e come lo vuoi

Ti do una breve lista per praticità , poi , essendo tu iscritta alla mewsletter,riceverai delle indicazioni più approfondite via email
 
1. individua quale è il tuo servizio : sembra banale , ma il più delle volte quando faccio mentoring più approfonditi su "trovare l'idea giusta e farla diventare un successo" , vedo che uno dei problemi è avere confusione tra le varie possibilità di servizi senza neanche saperlo. Prendi un momento di pausa e pensa a cosa vuoi fare : servizio di wedding planner completo, solo wedding coordinator, design, grafica?

Magnolia-esercizio: 
(esercizio che uso durante il mentoring)

pensa alla cosa per cui vuoi essere riconosciuta da tutti ...quello sarà il tuo servizio
vuoi essere riconosciuta come "Gloria la brava wedding planner"..."Gloria che ha coordinato perfettamente il giorno del matrimonio" "Gloria la migliore wedding designer"..non dare per  scontato questa domanda. 
Potrebbe essere "Gloria la bravissima wedding blogger" ?

2. il noviziato ha un prezzo : e di solito sei tu a pagare. Questo vuol dire che se sai che le percentuali variano dal 10% al 20% non puoi ragionevolmente pensare di porti senza esperienza tra le percentuali più alte. Puoi iniziare dal 10%-11% e crescere mano mano che cresci tu professionalmente, altrimenti diventi non competitiva

3. calibra il tuo preventivo sempre: bene, hai deciso che il 10% è la tua percentuale, ma se fai due conti anche molto veloci sarà facile capire che il 10% su 15.000 euro di budget sono ben poca roba per un lavoro che dura in media un anno, mentre il 10% su 30.000 euro di budget sono già una cifra più discreta. 
Ma tu hai una percentuale sotto mano , come fai? 
Usa il primo incontro per valutare bene il progetto, non solo per capire il budget ipotetico (ne parleremo un'altra volta del budget) , ma anche per valutare la complessità del matrimonio da organizzare e usa queste informazioni per presentare un preventivo personalizzato.

Esiste un metodo preciso e vincente per presentare un buon preventivo creando un compenso che sia adeguato su tutte le fascie budget che si basa su un "compenso-misto" cioè fatto di percentuale + quota fissa, che ti permette di calibrare il compenso a seconda della fascia budget. "Giocando" con la quota fissa a seconda della fascia budget puoi ottenere un preventivo più equilibrato e giusto.

Se qualcuno ha bisogno di una lezione specifica: ti aspetto per un mini corso online (Gloria ha già programmato il suo corso speciale con me)

Niente di misterioso o losco..tutto chiarissimo e logico. 

Le mie coppie , quelle che hanno ricevuto un preventivo di questo tipo, hanno avuto la spiegazione e sono stati contenti di sapere come funzionava..niente di più
Le coppie non sono alieni , i tuoi clienti non sono stupidi o nemici, se spieghi come funziona il preventivo e che questo funzionamento ti protegge dal "guadagnare troppo poco" ,capiscono. Possono non accettare il preventivo...ma capiscono e apprezzano.
Se la base del tuo rapporto con loro è la trasparenza , è bene iniziare subito a essere chiari

Questo non è un hobby, è un lavoro no?

4.  mai dimenticare quanto costa lavorare : soprattutto agli inizi non ci si pensa mai, ma lavorare costa.  Hai un ufficio in affitto? Hai una linea internet da pagare? il telefono? il commercialista? sono tutti costi da mettere in conto per valutare un preventivo, DEVI arrivare a sapere "quanto devi assolutamente portare a casa ogni mese per coprire tutte queste spese" altrimenti non fai bene il tuo lavoro. 
Questo fa parte del tuo business plan non puoi farne a meno

5. non vergognarti e non sminuirti : la folle difficoltà di dare un prezzo è che sembra sempre "troppo" vero? ti dici "no dai..che esagerata..è troppo non vale così tanto, sicuramente potranno trovare a meno".  Ok sei agli inizi, questo non vuol dire che quello che farai ,lo farai non seriamente. Stai già proponendo una percentuale meno impegnativa perchè ti rendi conto che devi scontare la zero esperienza..ma MAI sminuire quello che sei e che fai

Tendiamo sempre a pensare di non valere, questo è un nostro retaggio culturale e in parte religioso, se impari a togliere questi limiti di pensiero , se impari a dare più valore a te stessa potrai ottenere grandi cose (se hai bisogno di aiuto per togliere questi limiti e capire il tuo valore contattami per una sessione di mentoring )

Se vuoi fare un prezzo speciale per un'occasione , una promozione limitata, un servizio a sconto..ok, ma non accettare di fare compromessi sul tuo compenso solo per la speranza di ottenere quel lavoro. 
Ricordati il primo magnolia-esercizio che ti ho dato..vuoi essere ricordata come "quella che se insisti organizza gratuitamente"?

Non è facile, ma parti dalla basi e prova, analizza e ricalibra.

Il segreto è nel non aver paura di cambiare idea o strategia ogni volta che capisci di aver sbagliato tiro: se non lo fai , se non cambi, non sei imprenditore, sei solo una persona terrorizzata.

Quando in vendita c'è un servizio non un prodotto, il cliente non sceglie solo il servizio, ma anche chi lo offre: la tua professionalità , la tua dignità e il tuo essere brava persona.

Don't be the perfect one
Be the right and deserving one 

Non devi e non potrai mai essere perfetta
Devi essere la persona giusta e che si merita quel SI'

E tu hai già mandato la tua domanda? 
  
La nostra community si basa anche sui commenti che lasci qui sotto..fai sentire la tua voce e fammi sapere cosa ne pensi , condividi e apriti agli altri...solo questo è il segreto del vero successo.

Ti ricordo che ogni settimana, ci saranno delle estrazioni a sorte tra tutti i commenti ricevuti sui post della settimana stessa. 

potresti essere tu no?


potresti ricevere qualcosa o avere qualche news o informazione esclusiva 
potresti avere l'accesso esclusivo a sezioni speciali
perchè perderti il divertimento?
  

Ti sei iscritta alla Mewsletter? inserisci la tua email e nome nelle caselle in alto a destra e aprirai le porte ad un magico mondo fatto di informazioni, idee e tante sorprese
 


post signature

23 commenti:

  1. Ciao Silvia,interessantissimo post,su come dare un prezzo al proprio lavoro...io cerco sempre di non "scontare" ciò che realizzo,anche se spesso che cerca cose "fatte a mano" pensa che proprio per questo motivo DEVONO costare poco.Certo è un rischio,ma è la strada che ho deciso di prendere.
    Ciaooo
    p.s. possibile che non mi sia arrivata la Mewsletter??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giorno Tania! per i "prodotti" ci sono delle regole che ricalcano molto queste, ma ancora più specifiche perchè si parte da una base diversa, anche le strategie di marketing hanno basi in comune , ma si dividono ad un certo punto per percorrere strade leggermente diverse ^_^

      ps: controlla nello spam se non fosse andata lì, ti manca quella di ColourLovers?

      Elimina
  2. Ciao Silviaaaaa.... Certo che non vedevo l ora di leggere la risposta... (E stata dura tenere a bada la permanente afro che mi è venuta...ahahahah)... Grazie grazie grazie grazie per la risposta...stra utilissimi i tuoi preziosi consigli come sempre e mi convinco sempre di più che il corso con te sarà un vero e proprio successo... Non vedo l'ora!!! Aspetto con ansia l'approfondimento! Grazie ancora per lo straordinario lavoro che fai!!! Un abbraccio Gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :O a gennaio voglio vedere la permanente! ^_^
      Grazie a te per la domanda e per l'approfondimento attraverso il corso ..non vedo l'ora!

      Elimina
  3. Ciao Silvia, con i tuoi post ci prendi sempre.. le domande su chi vogliamo essere e il difetto di sminuire il proprio lavoro, sono problemi non di facile soluzione.. mi sa che presto ricorrerò al tuo aiuto con il mentoring... :) Come sempre GRAZIE per i tuoi preziosi consigli !! A presto.. Clà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clà lo sminuire il proprio valore è sempre il nostro più grande problema, devi lavorare dalle basi della tua personalità e iniziare a credere in te stessa e darti il giusto valore

      Come TE non ci sarà mai più nessun altro..la tua unicità è fondamentale per il tuo lavoro

      ti aspetto per la magia insieme

      Elimina
  4. ciao Silvia ho letto attentamente le tue parole e mi sono resa conto che mi è capitato più di una volta di sminuire il mio lavoro,io mi sono riconosciuta in una wedding design perchè mi piace occuparmi dei preparativi cartacei di un matrimonio,cioè grazie ai miei titoli di studio,dolo la maturità artistica ho frequentato l'accademia di belle arti di brera a Milano,e mi sono diplomata in scenografia,sono in grado di disegnare e dipingere sia con i colori acrilici che con gli acquarelli tutto questo per creare un disegno che diventa poi il logo della partecipazione,posso ascoltare gli sposi e creare una partecipazione unica che solo loro hanno e con lo stesso riferimento posso creare tutti gli altri aspetti,addirittura faccio uno schizzo della chiesa in cui celebreranno le nozze che diventa poi,la copertina del loro libretto messa,quindi posso personalizzare al massimo il loro matrimonio,ma dovrei chiedere quanto penso di meritare,perchè dedico molto tempo agli schizzi preparatori ma poi ho sempre paura che nn mi commissionino il lavoro e allora chiedo sempre meno di quanto realmente penso di meritare...e' un dilemma ma poi mi dico da sola che cmq i miei lavori hanno lo stesso valore di altri aspetti dei preparativi e che è giusto chiedere quanto penso di meritare,forse è un discorso un pò contorto maè così...dovrei osare di più e avere il coraggio di chiedere quanto credo sia giusto tanto più per un qualcosa di unico..... cmq grazie per le tue parole sanno colpire nel segno
    ciao
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania ti capisco perchè lavorare con la propria creatività e cervello è forse una tra le cose più complicate e impegnative e parlando di preventivi è forse una tra le cose più complesse da quotare.

      Come si fa a mettere un prezzo alla nostra fantasia?

      Eppure se c'è una cosa che merita dignità e rispetto è proprio l'abilità di creare dal nulla qualcosa di bello. Che sia un matrimonio, che sia un evento in generale , che sia un libro, un quadro, un abito..tutta la creatività

      Devi lavorare su te stessa perchè quello sminuirsi è dovuto ad un blocco emotivo che gran parte di noi hanno, ma puoi superarlo e hai le basi per fare tanto e bene. Non metterti limiti

      Elimina
  5. ciao Silvia grazie per le tue parole hai ragione... a me viene un nervoso quando do un costo a un mio lavoro e gli sposi fanno delle faccie cose se gli avessi chiesto il triplo,quasi mi sento in colpa e poi scopro che vanno 3 settimane in viaggio di nozze in America.....quindi cercherò di fare un lavoro mentale su di me ha ha ha di autoconvincermi che se vogliono l'esclusiva si paga ha ha ha,spero di farcela ha ha ha
    grazie
    ciao
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è che "tu" costi troppo, il punto è che ognuno di noi considera "costoso" tutto quello che è fuori dalla propria portata oppure che non è di abbastanza interesse.
      Prima che ti dicano "sì" prima di vendere il preventivo, devi riuscire a far dire "sì" a chi sei tu

      Potrebbero avere problemi economici e non poterti confermare, ma se dicono sì a te chi può dirà sì anche al tuo preventivo

      Elimina
  6. Lo sai che adoro i tuoi post, vero? Hai la capacità di dire come stanno le cose con una semplicità e una chiarezza impressionanti!
    La cosa più bella e forse anche più brutta che una cliente mi ha detto è stato "Grazie di tutto! Dovresti alzare i prezzi perché per tutto quello che fai chiedi troppo poco". La cosa lì per lì mi ha lusingata, ma poi mi ha fatto riflettere...forse non sto dando il giusto valore al mio lavoro? E' davvero difficile, soprattutto quando i preventivi non vengono accettati perché ritenuti troppo cari. Ma la cosa che dici è sacrosanta, non bisogna sminuirsi perché alla fine della fiera, la gente capisce e apprezza il lavoro fatto bene!:-)
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è la cosa più triste che ci si possa sentir dire "costi troppo poco" è la realizzazione che pur di lavorare abbiamo abbassato le nostre aspettative e questo non è solo un errore per noi, ma anche gli altri se ne accorgono e ci giudicano anche per questo

      Elimina
  7. questa era proprio una delle tante domande che volevo porti, grazie a Gloria per avermi anticipato e grazie mille a te Silvia per avere risposto in maniera così chiara ed esauriente

    RispondiElimina
  8. La cosa triste è che se avessi chiesto alla cliente 50 euro di più non avrebbe accettato il preventivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già....ancora più triste, ma devi: ricalibrare il tiro, individuando il target giusto e dettagliare il servizio di più

      lo vedremo insieme ^_^

      Elimina
  9. Sai Silvia, tu hai perfettamente ragione ma è difficile decidere come comportarsi quando hai davanti una coppia che ti fa le "facce" perchè gli hai chiesto troppo (secondo loro). Cioè è difficile far capire loro quanto lavoro c'è dietro, probabilmente se ne renderanno conto dopo man mano che cominceremo a lavorare insieme però io devo fargli firmare un preventivo prima... è un circolo vizioso! Quindi l'unica soluzione immediata è abbassare il prezzo o avere altre coppie che parlano bene di me, ma io sono "appena nata" quindi come si fa??? E' un bel dilemma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Io so di valere e che potrei dare valore aggiunto al matrimonio della coppia che mi richiede il servizio di wedding planner ma è difficile farglielo capire solo sulla fiducia..

      Elimina
    3. Doriana tesoro,anche se sei appena nata questo non deve essere sinonimo di "deprezzarsi", sicuramente i tuoi inizi devono essere più contenuti in senso di "quotazione", questo perchè non hai un pacchetto di esperienze da vendere.
      Da lì a dire che per evitare le famose "faccie" delle coppie, devo abbassare i prezzi..c'è l'oceano. Le faccie non le eviterai mai, neanche dopo anni e anni di esperienza e questo è il problema del non avere una "visibilità professionale seria" nel nostro lavoro. Hai detto bene : non sanno valutare tutto quello che facciamo per organizzare il loro matrimonio, più che un problema loro è il problema di come noi categoria ci proponiamo. Ci dovrebbero essere più spiegazioni chiare proprio mirate sulla nostra metodologia di lavoro. Comunque non è facile capire se sei dall'altra parte della barriera, li capisco -_-

      Devi imparare le tecniche fondamentali per essere vincente durante il tuo primo incontro con la coppia e questo vuol dire farli innamorare di te (prima che del tuo servizio) e imparare a presentare un preventivo WOW. Questo non ti da la garanzia di un "sì", ma aumenta le tue possibilità di molto.
      "Abbassare i prezzi" non è una strategia di marketing..è solo l'unico metodo che conosci al momento per vincere..ma ce ne sono molti altri ti posso assicurare.
      Devi solo impararli..niente di complicato ^_^

      Elimina
    4. Si ti credo e so che ci sono altre strategie di marketing ( te l'avevo detto che sto preparando la tesi per la laurea in marketing e comunicazione??? mi sa di no!) comunque il prezzo è la leva più efficace e immediata su cui agire.. In ogni caso tutto quello che insegnano all'università è davvero mooooolto distante da quello che è poi applicabile alla vita reale! Sinceramente io non ho intenzione di deprezzarmi,anzi voglio solo dare il giusto peso e il giusto valore al mio lavoro.. :D

      Elimina
  10. Quando dai un costo al tuo lavoro è sempre così.
    Ti vien da dire "ma non è troppo"? "chi lo comprerà mai?"
    Magari succede che non lo comprano ma, piuttosto che scontarlo (salvo promozioni eccezionali), preferisco regalare il mio lavoro ad una persona che so che apprezzerà. Pensare che qualcuno possa comprare la mia borsetta solo perchè "vabbè, tanto sta a 20 euro, non mi piace tanto ma costa poco" per poi farla finire nel dimenticatoio no. In quella borsetta c'ho messo tempo e attenzione, non voglio che finisca buttata in un angolo.

    www.narcysaretrochic.com

    RispondiElimina