lunedì 28 gennaio 2013

Diventare wedding planner: un lavoro delicato ma straordinario

Più che mi organizzo i post e più che mi vengono in mente altre cose e altri modi di dirti le stesse cose che alla fine forse faccio prima e meglio a non organizzare per niente.
Continua il sistema " penso ---> scrivo ----> pubblico", molto meglio e più produttivo. 

Ho provato ad organizzare più post anche in senso di programmazione
Non ci siamo. 
Li ho rigirati tra loro talmente tante volte che alla fine...li ho cancellati.
Io sono fatta così. Se una cosa non va bene, senza problemi la disfo e senza problemi ne parlo, perchè penso che dove io trovo problemi e mi sembra di trovare soluzioni, probabile che anche tu ti riconosca e dalle stesse soluzioni possa trovare qualche idea per la tua situazione.

Quindi se anche ti ho fatto scaricare il file gratuito per organizzare le idee, tipo creare un archivio di temi per post futuri, che è una manna vera dal cielo, non credo che ti potrei consigliare di fare più post e programmarli tutti per il periodo futuro.
Almeno per me non funziona e lo sai perchè
Perchè vorrei sempre seguire la mia giornata, le mie emozioni, perchè io mi lascio libera di cambiare idea o meglio di evolverla anche nell'attimo di un secondo se mi accorgo che c'è un modo di pensare migliore del mio o qualcosa che mi fa stare meglio e che mi fa lavorare meglio, allora valuto e implemento il mio metodo o i miei argomenti. Solo così si cresce.
Programmare tutto non fa per me. 

Quindi...oggi forse avrei dovuto parlare di altro, invece ...HELP LINE mio tesoro! eh già ^_^

Tante tante tante tante richieste per l'help line sono in attesa, ti dico solo che la povera Wilma che è la fantastica lettrice a cui oggi rispondo me ha mandato la domanda  il 14 Dicembre :O io non dico niente! 


Oggi...sèè oggi ah ah che ridere... -_- facciamo finta che sia oggi, mi scrive Wilma che è iscritta alla Mewsletter e che quindi riceverà il suo approfondimento presto via email. 
Non ho nessun link a tuoi blog, siti o altro quindi , mia Wilma , se vuoi farti conoscere metti pure un commento al post che mi farebbe molto piacer, la community ti accoglie sicuramente a braccia più che aperte.

Wilma mi scrive

"mi interesserebbe molto intraprendere l'attività del wedding planner ma come posso avere la preparazione necessaria in quanto si tratta di un lavoro molto delicato! "

Semplice diretta e molto molto interessante.

Solitamente le domande che mi arrivano non sono di questo genere: ci si chiede se è un lavoro remunerativo (oh yes), se c'è mercato in Italia (sì sì e poi sì ne riparleremo mio tesoro, ma sì vivo e frizzante) , se è impegnativo o meno (all'ennesima potenza), se si può farlo senza formazione e che tipo di formazione (con formazione e valida) ... ma la parola "delicato" è sul serio la prima volta che arriva nella mia casella email tesoro, quindi grazie doppiamente perchè è un argomento tosto, ma al quale hai dato un risvolto poetico che tanto dice e commenta pienamente sul nostro lavoro.

DE LI CA TO
Dotato di caratteristiche di morbidezza, leggerezza e similari, dalle quali si trae una sensazione piacevole
(tratto dal vocaboliario) 

Attenta analisi di Magnolia:
Beh io a "morbidezza" sto messa benino ecco non per vantarmi.  Leggerezza sì insomma a volte so' essere molto leggera (poi dipende dal conteggio di martini giornalieri) per i similari mi devo organizzare.
Ma mi domando: si trae sensazione piacevole da me come wedding planner e professionista?

Perchè, cara Wilma, è questo che quando decidi di diventare una wedding planner ti devi domandare : saprò essere piacevole?  

Facciamo un passo indietro e parliamo del nostro lavoro ok?

Cosa e chi è un wedding planner?
Un professionista dotato di umanità

Ecco chi è , stop. 
Non c'è molto bisogno di altro sai.

Certo il nostro lavoro è organizzare un evento nel modo più completo e perfetto (per quanto la perfezione non esista) possibile, dedichiamo la nostra forza lavoro a studiare gli eventi, crearli da zero oppure fare ricerche e dedicarci solo ad alcuni aspetti dell'evento per aiutare anche le coppie che fondamentalmente fanno con piacere anche da soli l'organizzazione.
Quindi a livello tecnico noi abbiamo una coppia, delle richieste, dei sogni e aspettative, un budget e il nostro talento organizzativo per creare un evento
Questo è fare il wedding planner no?

Ma se fosse così semplice.. non pensi che alla fin fine si potrebbe affermare che è un lavoro adatto a tutti in pratica?
Perchè, diciamoci la verità, non è assolutamente obbligatorio avere un wp al proprio fianco, da che mondo è mondo tutti hanno organizzato il proprio matrimonio da soli e tutti, con più o meno risultati , possono tecnicamente farlo.

Sì certo avere un professionista ti fa perdere meno tempo = ci sono coppie che vogliono, fortemente vogliono, perdere tempo per il loro matrimonio nonostante ci mettano molto più tempo a fare tutto da soli.
Sì certo avere un professionista ti cerca i fornitori ideali = niente che con una sana ricerca non si arrivi a fare anche se ovvio che a volte non tutto è semplice ed immediato o forse il più giusto..ma è possibile no?

Ti sembro pazza vero? 
io che sono una wp che dico questo
Ma io lo dico sempre a tutti i miei clienti e possibili clienti, non c'è niente a livello organizzativo che non possono fare con molto impegno e volontà da soli, perchè non è la scienza della Nasa, non è un argomento così ostico che può essere capito solo da pochi. 
Dai sù è la santa e sana verità. 

Da quando ho iniziato ad ammettere con me stessa che non esiste un'impossibilità tecnica per le coppie di arrangiarsi da sole, ho allenteto un po' la presa, mi sono rilassata ed ho ottenuto di più.  
Non è il credere di saper fare e gli altri no che ti aiuta a "vendere" il tuo servizio..è la persona che sei che riesci a vendere meglio.
Perchè la cosa sul serio importante, quella che sul serio fa la differenza tra avere e non avere un wp (oltre è ovvio una tecnica più veloce e più mirata nell'organizzare, ci mancherebbe) è la nostra attidutide, la nostra umanità, la nostra capacità di unire le persone e farle andare d'accordo in un momento così particolare e difficile come la preparazione del loro matrimonio. 

Fare il wp non è solo il creare un evento
è creare un'atmosfera
 
e non lo riesci a fare con la tecnica, ma con la tua complessità di essere umano perchè l'atmosfera parte da ascoltare i tuoi clienti anche dalle cose che loro non riescono a dire, passa attraverso la tua sensibilità di professionista e arriva nella realizzazione di un sogno che non è fatto solo di cose materiali, ma anche di stati d'animo, di energie positive e di giuste vibrazioni.
E per queste cose ancora non esiste corso formativo che può aiutarti...ti parte da dentro, è una cosa che ti senti e che riesci a sviluppare cercando di essere la persona che vorresti incontrare anche tu. 

Non importa quanto organizzi bene, devi anche essere un essere umano incredibile, profondo e attento
Solo tutto questo messo insieme fa di te il bravo wp.

E come si fa?

Vivendo

Io non sono una persona speciale, che ha un'istruzione più complessa di altri, un'intelligenza più sviluppata o una genialità che altri non hanno. No no e no. 
Io amo, leggo, scrivo, ascolto, sento, mangio, bevo, dormo, lavoro, rido, piango, mi arrabbio, mi pento, prego, odoro, tocco come tutti, solo con un'intensità moltiplicata x 1000 rispetto ad altri.

Mia Wilma, dopo un corretto e valido percorso di formazione che ti darà le basi tecniche, perchè sì loro possono fare da soli, ma la differenza tra farlo più velocemente e in modo più mirato è una tecnica ben precisa e devi capire da dove viene e come si raggiunge. Inizia a guardarti in giro , ad aiutare amici, parenti e conoscenti che ti possono aprire le porte di un'esperienza che solo così puoi guadagnare  e che ti porterà nel tempo , sommata alla formazione , ad essere "tecnicamente" un bravo wp.

E a questo aggiungi...il segreto che più ti porterà in alto
 
 fai agli altri, dì agli altri e dai agli altri
 quello che vorresti qualcuno facesse
 dicesse e desse a te

Non c'è trucco e non c'è inganno mia cara Wilma ^_^, ma solo una sana formazione, una buona dose di pazienza e impegno e tanta tanta tantissima umanità
Sii veramente la persona che vorresti conoscere e vedrai che quella delicatezza arriverà in modo automatico.
Un bacio mio tesoro!

E tu?
Hai mandato la tua help line? c'è un po' da aspettare ^_^ ma ne vale la pena dai  

La nostra community si basa anche sui commenti che lasci qui sotto..fai sentire la tua voce e fammi sapere cosa ne pensi , condividi e apriti agli altri...solo questo è il segreto del vero successo
  Da ora in poi tutti riceveranno i consigli..ogni volta io prenderò qualcuno che avrà comunque commentato sui post e a turno tutti avranno il loro pizzico di magia , contenta?

Ti sei iscritta alla Mewsletter? inserisci la tua email e nome nelle caselle in alto a destra e aprirai le porte ad un magico mondo fatto di informazioni, idee e tante sorprese


post signature

32 commenti:

  1. "Un professionista dotato di umanità" così semplice eppure non scontato; sembra una cosa ovvia e invece non lo è per niente e dovremmo sempre tutti tenerlo presente (sarebbe bello che i professionisti di qualsiasi professione fossero dotati di umanità... ma purtroppo spesso non è così)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai più che ragione,è un requisito di tutti i tipi di professionisti

      Elimina
  2. Riguardo al programmare i post..già. Ho la pagina dei post piena di bozza..bozza..bozza..perché mi ero ripromessa di seguire un certo schema e avevo tirato giù delle idee per 4 post alla settimana (su un file tipo il tuo), iniziando con delle bozze.
    Macché. Magari penso di fare un post con qualche breve frase e tante foto, e invece inizio a scrivere, scrivere, scrivere, e sviluppo l'argomento raccontando tutta la mia vita. Oppure preparo una bozza in cui parlare di una certa cosa, e invece scrivo che la rimando ad un altro post e seguo la linea dei pensieri, ispirata da una foto.

    Già quel che ho scritto è un casino eh? :) Io sono una discepola del tuo penso ---> scrivo ----> pubblico. occhisulloschermoditasullatastiera seguendo velocemente l'ispirazione del momento. Programmazione minima.

    Leggerezza, umanità, creare un'atmosfera. Che bel post Silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -_- penso scrivo pubblico..che bello sì siamo d'accordo guarda

      grazie tesoro <3

      Elimina
  3. L'umanità a volte le persone se la dimenticano.
    E te lo dico io che faccio l'avvocato. Ci sono alcune professioni in cui andrebbe prima di tutto, prima delle competenze, prima di "facciamo questo, facciamo quell'altro". Umanità, ascoltare, cum-patire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma diciamoci la verità dovrebbe essere in tutte le professioni, anche quando vendi un prodotto. Aiuta sempre anche solo a crescere personalmente

      Elimina
  4. fai agli altri, dì agli altri e dai agli altri
    quello che vorresti qualcuno facesse
    dicesse e desse a te

    E' ormai il mio motto da un po' di tempo...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e quanto è bello invece che aspettare di trovare quella famosa persona "stupenda"...esserlo tu per qualcun altro ?
      è una sensazione unica e irripetibile

      Elimina
  5. Se ci fosse stata più umanità a questo mondo non credo sarebbe degenerato tanto, per fortuna che ci sono le eccezioni. :)

    Io cerco sempre di agire secondo il principio "non fare agli altri quello che non vorresti facessero a te". Spero solo di far sempre bene! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io agivo con il "non fare agli altri..." , ma se ci pensi "il fare agli altri quello che vorresti per te" è un passo oltre non pensi?

      Elimina
  6. Hai scritto delle cose talmente banali ma così poco prese in considerazione dalle persone. Tutti corriamo, ci affanniamo a cercare risposte e poi... un giorno scopri che le risposte sono dentro di te (come diceva Quelo...hihihi).

    Grazie mille Silvia... tvb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma lo sai tesoro che le cose più banali sono solitamente le più scontate in assoluto? sono la soluzione di tutto eppure gli esseri umani nel loro "siamo intelligenti" non capiscono che è davanti ai loro occhi

      e quando le sbatti davanti agli occhi arrivano a capire che era tutto così talmente banale che non ci sarebbero mai arrivati
      è un mondo strano

      oggi essere intelligenti è ricordarsi di pensare semplice

      Elimina
  7. Che bel post Silvia, pieno di umanita' e dolcezza. Cosa c'e' di meglio da dire ad una nuova w.p.???

    che legga e rilegga il tuo post!!

    see you soon!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bah più che legga e rilegga è meglio se legge una volta e poi si fa un bel corso e inizia a confrontarsi con altre persone ,che poi sia io o meno non fa differenza no?

      see you so soon!

      Elimina
  8. "Non importa quanto organizzi bene, devi anche essere un essere umano incredibile, profondo e attento.

    E come si fa?

    Vivendo"

    Mai frase fu più condivisa!!!!
    VIVIAMO e contribuiamo ATTIVAMENTE a creare il nostro ESSERE senza subire l'ambiente e i pensieri distruttivi!!
    BUONA VITA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MORDI la vita tesoro
      è una
      è la tua
      ti è stato dato un cervello per consumarlo non per prendere polvere su uno scaffale

      Elimina
  9. Bellissime parole, è tutto vero. E concordo con Daisy WP del fatto che ogni professionista dovrebbe essere così. Quante lezioni di vita che ci dai Silvia! Un bacio!
    Stefania S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehh lezioni di vita non esagerare ^_^ , dico la mia, scontata, normale, semplice trita e ritrita non importa

      io ci credo
      è che il magnolia pensiero inizia a contagiarvi ahaha

      Elimina
  10. ciao Silvia purtoppo a volte le persone si dimenticano che hanno un anima ,e diventano freddi calcolatori,forse basterebbe in alcuni professionisti di vari settori un pò di umiltà,senza per questo essere meno professionali,
    bacio
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisognerebbe sempre ricordarsi che nessuno è perfetto, dovremmo sempre cercare di vedere un po' più in là di quello che si vede all'esterno di una persona.
      A volte diciamo "eh quella è proprio una s..." , ma lo sappiamo che problemi ha dietro? che vita ha? che cosa è successo?

      fermarsi ad ascoltare gli altri fa di noi dei grandi esseri umani, perchè ogni volta che ti fermi è come se ogni singola lacrima o ogni singolo sorriso degli altri ti si tatuasse addosso indelebilmente.

      QUELLO E' IL BAGAGLIO DI UN OTTIMO WP credimi

      Elimina
  11. "fai agli altri, dì agli altri e dai agli altri
    quello che vorresti qualcuno facesse
    dicesse e desse a tefai agli altri, dì agli altri e dai agli altri
    quello che vorresti qualcuno facesse
    dicesse e desse a te"

    vabbeh, questo è il motto della mia vita da sempre. Eppure ultimamente mi sento così poco adatta a fare questo lavoro :(
    UFFA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ la mezz'ora di mentoring è tutta tua!
      uhmm..dobbiamo capire perchè ti senti così tesoro mio!

      Elimina
  12. Fermarsi ad ascoltare gli altri...mi rendo conto che è una dote sempre meno usata. Ma qui da te, cara Silvia, questa dote è ancora in voga.
    Anzi.
    Direi che è la forza trainante di Magnolia.

    Ascoltare come vorremmo essere ascoltati noi, aprirsi agli altri, facilitare uno scambio di energia positiva sono tutte azioni che possono portare grandi risultati. Non solo in termini di amicizia ma anche per quanto riguarda il lavoro. Ne sono una prova vivente.
    Grazie ancora per tutto ciò che sei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma figurati è solo grazie a te e agli altri che questo posto è quello che è ci mancherebbe. dare è un piacere con voi <3

      Elimina
  13. Non parliamo di programmare e cambiare idea all'ultimo momento, mio marito vi potrebbe scrivere un vero trattato sui miei famosissimi "last minute" che mi hanno procurato, ormai il medesimo soprannome.
    Non parliamo neanche di umanità che fin troppa ne elargisco finanche al supermercato, al punto che tutte le cassiere e tutti i cassieri mi salutano e mi fanno cenni di andar da loro scavalcando la fila (solo perchè sono incinta, però). Oppure al bar, dove ho fatto colazione per qualche anno e dove pur non andando più, ormai da qualche anno,quando entro mi viene incontro la barista per abbracciarmi perchè non mi vede da molto tempo. Certo, io mi ricordo ancora i nomi dei suoi figli e l'ordine in cui sono nati e non li confondo con i nomi dei figli dei suoi colleghi e questo, forse depone leggermente più a mio favore perchè stupisce che dopo anni ci si ricordi certi dettagli ma son cose che fanno la diferenza nel cuore e nella mente delle persone.
    Quello che mi domando io, invece è, volendo intraprendere la strada della wp, se si può e come si fa a creare il mercato in una città o un territorio dove la gente sembra poco propensa a demandare certe incombenze..
    Ho scritto un trattato, anche io e mi scuso profondamente ma, del resto è Magnolia che mi ha scossa e mi ha provocata! :-)
    Anna Pam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah mia cara! prima di tutto che bello averti qui con noi
      -_- ti ricordi in che ordine sono nati? ah annamo bene tipo squadra di calcio? ahaha

      siamo seri
      anche nei posti più impensati la wp può lavorare molto tranquillamente solo valutando delle proposte e servizi più concreti per la tipologia di mercato. Se per esempio vedi che nella tua zona ci sono molte coppie che preferiscono fare da sole, proponi solo mini servizi (tipo solo ricerca location..) oppure mini consulenze perchè anche se organizzano da soli, una piccola controllata a quello che hanno fatto può far comodo. Insomma diversificare e SEMPLIFICARE le offerte quando il mercato è difficile è l'unica via di uscita, quando poi avrai più esperienza puoi continuare su questa linea per avere un guadagno stabile e allargare ad una organizzazione più complessa e completa con quelle che di sicuro sono coppie molto interessate anche nelle zone meno impensate.

      Il mercato italiano è pronto e sveglio, noi dobbiamo creare la giusta offerta per la loro richiesta /richieste multiple

      ha un senso il mio papirazzo? mah

      Elimina
  14. Cara Silvia, condivido nel profondo ciò che dici.
    Essere se stessi, vendere se stessi e quello che siamo, ascoltare il cliente, perchè solo attraverso l'ascolto riusciremo davvero a capire di che cosa ha bisogno. Un cliente ti sceglie perchè sceglie te.
    Sul mercato dei matrimoni, come in ogni altro, esistono tante nostre colleghe che non la pensano così, ma secondo me i futuri sposi nel momento in cui incontrano una wedding planner possono capire la differenza, sempre.
    Grazie Silvia.

    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh certo che la vedono eccome e poi diciamoci la verità è l'unica cosa che ci protegge dal lavorare tutte perchè se le valutazioni non passassero anche attraverso chi siamo , molti non lavorerebbero perchè il tipo di lavoro è lo stesso per tutti no?

      viva la diversificazione e l'essere unici di ognuno di noi!

      Elimina
  15. Ciao Silvia! Non solo questo tuo post è bello e utile, ma è interessante anche leggere i commenti e le risposte che dai successivamente ai commenti! La frase che mi ha colpito di più infatti è questa: "oggi essere intelligenti è ricordarsi di pensare semplice"... e tu sai quanto mi serva questa lezione!
    Mi hanno detto spesso che sono empatica, che so ascoltare e calarmi nei panni degli altri e spero davvero tanto di riuscire a mettere in pratica tutto ciò in questo lavoro, che sto cominciando pian piano a fare... ma quello che mi frega è il pensare complicato! E il pensiero complicato, complica la vita, si sa... Mi ci vorrebbe qualche manuale del tipo "Pensiero semplice for dummies", chissà se esiste... :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando dico che la nostra community si sviluppa proprio nei commenti è la verità ^_^

      lo so quanto è difficile pensare semplice, siamo portati a complicarci la vita perchè pensiamo che lavorare bene voglia dire fare tante cose difficili, ma non è così
      bah forse se non esiste dovremmo scriverlo che dici?

      Elimina
    2. Ok, ci spartiamo i compiti allora: tu lo scrivi e io poi lo leggo...e imparo!!! :)))

      Elimina
    3. -_- perchè ho l'impressione che sia una spartizione non troppo equa ecco? mah

      Elimina