domenica 19 giugno 2011

Giudizi

Ho letto alcuni giorni fa un piccolo dialogo su un forum di sposine che si scambiavano opinioni sui costi delle wedding planner. A parte la considerazione che a conti fatti di questo argomento mi sembra che in generale se ne parla pochissimo anche sui forum (ma proprio anche delle wedding planner), vuoi perchè forse a volte scoccia parlare del lato economico..vuoi che ancora siamo ben lontani dall'affidarsi alla wedding planner come uso non comune ma almeno diffuso, insomma ho trovato poche parole sull'argomento "costi". Ci sono capitata perchè una mia "possibile" sposina (cioè una coppia ancora in fase di preventivo) mi ha mandato il link.
E sono rimasta proprio sorpresa. Non positivamente, purtroppo.

Alla candida domanda di una futura sposina evidentemente interessata ad avere l'assistenza di un wedding planner, ho visto una fila di risposte che un po' mi hanno divertita , ma se le leggo con gli occhi da wedding planner (che oltre tutto cerca sempre di dare il massimo) ..ohi ohi..c'è propio poco da ridere.

Tra chi , come spesso succede , inneggia al "ma che ci fai con una wedding planner?" che vabbè..dai ormai ci sono abituata e già apprezzo di più come ragionamento. Ho sempre sostentuto che nessuno di noi ha inventato l'acqua calda no? da che mondo è mondo tutti si sono organizzati il matrimonio da soli fino a qualche anno fa (anche in America tsè) ...anche io, quindi capisco perfettamente la posizione del "sono completamente contrario".
Ma mi hanno preoccupato vedere altri tipi di risposte. Alla pallida constatazione di una sposina che era tutta contenta del servizio che molto probabilmente aveva scelto "la mia per tutto il servizio dalla a alla z ci prende 1.800 + iva" sono praticamente partite tonnellate di risposte del tipo "oh mamma ma è troppo!" oppure " ma dai ma se la mia mi prende solo 800 euro compreso l'assistenza al giorno del matrimonio" ecc. ecc .

Ok ognuna delle mie colleghe /colleghi applica tariffe che sono ovviamente studiate per il tipo di servizio offerto e in linea con il mercato in cui operano, quindi non sono a giudicare gli importi, assolutamente non mi permetto.
Quello che volevo però dire (per farci un post apposito potete capire quanto mi sta' a cuore ;) )è che siete anche proprio voi...sposine, future sposine, persone che un giorno si sposeranno , persone che devono organizzare eventi...a non dover giudicare mai senza prima avere un'analisi completa di quello che viene dato come servizio a pareggio di quel compenso.
Quello per cui è nato questo blog, come molti altri, è soprattutto aprire la nostra vita di professionisti al pubblico perchè è naturale non fidarsi finchè non si capisce più approfinditamente un lavoro che è nato relativamente da poco. Quindi ben vengano le nostre giornate, i nostri matrimoni, i nostri dubbi e le nostre paure..la nostra vita,i nostri successi e anche i silenzi di alcuni periodi di fuoco (che parlo di me? noooo ;) vabbè) sono utili a farvi capire come vivo e vivono tutti i miei colleghi.
E farvi vedere di cosa siamo capaci, anche se questo non è per niente facile da capire senza provare a lavorare con noi, lo so..però ci proviamo.
Veramente dopo tante parole dette, dopo tanto spiegare e tanto aprirsi si può giudicare "caro" o "economico" un servizio solo dal prezzo?

Non so quante volte ho sentito parlare di sconti su servizi di wedding planner e su quello ho purtroppo sempre un giudizio non positivo , perchè 1° non si può scontare la propria professionalità (non è una merce su uno scaffale da anni) e 2° è proprio questo "scontare" che forse da' poco credito alla categoria. L'ho detto tante volte..finchè non siamo noi a prenderci sul serio come possiamo pretendere che lo faccia il nostro target di clienti? Ma questo un altro discorso.

Ma giudicare che 800 euro sono poche e quindi giuste mi fa rabbrividire. Non perchè la povera wp che prende queste 800 euro ha fatto un preventivo troppo basso perchè sono sicura che ha fatto un prezzo studiato e che ha ritenuto giusto, ma quello che mi sembra strano è che una persona che non conosce il preventivo fatto , che non conosce la wp che lo ha fatto possa dire che è più giusto o meno di altri preventivi. Ho più paura che sia una questione di "è basso quindi va bene" più che uno studio del servizio offerto.
Una volta ho letto su un blog di un famosissimo event designer americano che i clienti vanno "educati al reale costo delle cose" ..io non ho mai letto una cosa che mi ha fatto pensare più di così e che ho condiviso così tanto.
E' verissimo..sapete quante volte incontro una coppia che ha grandi progetti, colombe che volano, fuochi di artificio, tripudi di orchidee e ogni ben di Dio..e poi quando faccio presente quanto costano queste cose rimangono sorpresi?
E io sono qui anche per questo, per darvi le informazioni necessarie anche sui costi per poter prendere le vostre decisioni al meglio e con convinzione.
Ma questo vale anche per il nostro lavoro che forse non è un oggetto visibile , ma è comunque con un valore intrinseco che non è da sottovalutare.

Per poter pareggiare le opinione vi dico anche che non si può dire che la wp che ha fatto un preventivo da 1.800+iva , che ovviamente messo in paragone con le 800 sembra un enormità, è "cara". Come fate a saperlo? Come riuscite a giudicare che il servizio che offre non vale il compenso che chiede?
Ve lo dico io..non potete se non leggete il preventivo, se non parlate direttamente con la wp , se non approfondite il servizio che è proposto per quel prezzo.

Oggi piccola ramanzina vero? :)
Una volta mio padre mi disse che conoscere è essere liberi. Più avete la situazione chiara in mente e sotto mano e più avete la possibilità di scegliere la cosa migliore per voi.
Ci dovrà pur essere quindi un vademecum ? certo ;)

1) anche se siete appassionate di forum non fermatevi a quelli. Se qualcuno su un forum dicesse che Magnolia è cara , ma Magnolia è la persona che sentite essere la vostra wp che può veramente capirvi e aiutarvi a realizzare quello che avete in mente...non la contattate solo perchè qualcuno ha trovato il mio preventivo caro? (apro una parentesi fisica e mentale...io non posso dirvi se sono cara o meno, so che il mio compenso è basato sul servizio di cura continua e di creatività che do'..ma scordatevi da me preventivi da 800 ahahahh..no giusto per dirvelo :D ..oh signur ora vi ho inibito eh? no dai..sono bravizzzima)

2) non chiedete solo un preventivo per email aspettandovi che la wp possa darvi un listino prezzi. Non si può valutare la situazione da poche righe di un'email. Parlate e incontrate la wp. Il preventivo deve essere fatto solo dopo un bel colloquio :)

3)Non fate paragoni. Una volta due amiche sono venute da me perchè si sposavano entrambe nello stesso anno e mi hanno chiesto di assisterle. Vi posso dire candidamente che non mi hanno confermato il servizio. Il perchè? Perchè sono rimaste sorprese che i due preventivi per i due eventi erano diversi tra loro. Anche se la data è la stessa, la location è la stessa questo non vuol dire che le cose da fare e organizzare siano le stesse, anche il tempo che si ha davanti per fare tutto può incidere, ma soprattutto è valutato il servizio richiesto.
Guardate solo la vostra strada e non mettete in confronto il vostro percorso con quello delle persone che avete attorno, al di là dei matrimoni..questo atteggiamento non vi può portare alla vostra felicità, ma solo a insoddisfazioni.

E per le wp?
Vi prego non fate sconti . Può esserci una offerta per un pacchetto particolare, per un last minute, ma ha veramente senso fare uno sconto sul proprio lavoro? E mi rivolgo soprattutto alle agenzie che iniziano da poco o quelle che hanno una fase di stallo.
Lo so ..fa gola fare lo sconto per avere più clienti (e ne vengono tanti lo so), ma a lungo andare non paga ne' voi ne' i vostri clienti. Se non fate un minimo di margine di profitto potete veramente rimanere a galla e dare un buon servizio?
Il settore dei professionisti degli eventi è un settore molto serio e complicato, ve lo dice una che sta' lavorando e lottando molto per arrivare al proprio obbiettivo, molte ore, molto sacrificio e tanto impegno...è un settore che non può essere paragonato ad un negozio nel periodo di saldi.

Non è che io non abbia mai fatto studi e sbagliato su questo, ancora oggi mi esamino molto per capire se la bilancia tra il mio tipo di servizio e il mio compenso è equa e cerco sempre di migliorare per essere il più giusta possibile. Se certe cose mi permetto di dirvele è perchè io ci sono già passata.
Imparate dai miei errori (se proprio non mi cercate come wp ahahah :D )

25 commenti:

  1. Sante parole cara Magnolia! Iniziare questa professione è dura ma la professionalità va giustamente pagata e in questo campo la professionalità comprende un sacco di cose, anche la psicologia :-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Bravissima! La professionalità non è in svendita.
    Ultimamente mi sono sentita dire dalla madre di una sposa (dopo essermi fatta in quattro per elaborare ben tre alternative di progetto): "ma se i fiori e i confetti li portiamo noi, sti soldi a te li dovrei dare per l'idea?"

    Respiro profondamente e cerco di rispondere con garbo che, sì, mi paga l'idea che già da sola ha valore, il tempo e la realizzazione...

    A volte vengo presa dallo sconforto.....

    RispondiElimina
  3. Ciao, parole sante. Una cosa di cui spesso gli sposi non si rendono conto è quanto lavoro c'è anche solo per fare un preventivo. Se uno dovesse calcolare il proprio prezzo ad ore di lavoro effettivamente svolte come fanno la maggior parte dei professionisti e tenendo in conto la responsabilità di ogni consiglio che diamo, allora sì che uno si renderebbe conto di quanto poco caro sia il servizio di un planner!
    Penso che forse avrai già visto questo bell'articolo di Kelly di Boho Events, ma te lo riposto. Magari farà pensare un po' anche chi legge.
    http://blog.bohoweddingsandevents.com/2011/03/16/wedding-planning-wednesday-wedding-planners-and-the-value-of-our-service/

    Buon lavoro!
    Gloria e Lorella

    RispondiElimina
  4. @Daisy grazie cara!
    @danila il respiro profondo e contare fino anche a 1000 è la nostra specialità vero? ma attenta a non arrivare al punto di far prendere in giro la tua professionalità, arriva un punto in cui la mancanza di rispetto (a volte purtroppo succede) lede la tua carriera e il tuo ego. Proteggiti sempre, basta farlo con educazione e gentilezza :)
    @Gloria e Lorella..accidenti questo articolo me lo ero perso! ho già mandato un commento ..incredibile come sembra raccontare la mia storia, come credo quella di molte altre vero? grazie ragazze. Se ci uniamo nella serietà possiamo farcela! baci

    RispondiElimina
  5. Bellissimo post che approvo in pieno.
    ora voglio lanciare una provocazione, " secondo voi, perchè non si lamentano tanto quando vanno che ne so da un commercialista dove un modulo compilato e bollato che ti costerebbe 30 , se te lo fa lui costa 130 , perchè a lui il tempo in fila costa 100 e se li fa dare e tu fai un forfettario tra tempo idee e realizzazione costi troppo? " Non è che sbagliamo qualcosa noi, su come ci poniamo?

    RispondiElimina
  6. @evenths bella questa provocazione, ci penso spesso anche io essendo un ex commercialista. La risposta è tanto facile quanto deludente a volte penso in alcuni casi: perchè è ritenuto più utile socialmente. almeno penso questo da quello che ho potuto costatare. Sì certo che sbagliamo noi, non solo nei prezzi ma anche forse nel porci agli altri. Io parlo per me stessa per fare un esempio..sai quante volte mi sono domandata se questo mio atteggiamento "familiare" e diretto non sia scambiato per "facilità ed economicità" , sai quante volte mi sono domandata se con Miccio o Garini c'è lo stesso comportamento in "amicizia" ? Però vado avanti nella convinzione che cordialità possa non essere sempre scambiata per poca serietà..
    Dovremo fare un congresso per parlarne insieme che ne dite? :)

    RispondiElimina
  7. @Magnolia, mi hai tolto le parole di bocca, credo sinceramente che sia arrivato il momento di parlarne in modo serio. Sono convinta anch'io che la buona educazione e la cortesia alla fine paghino, credo anche ci sia un gran bisogno di informazione, ma fatta dalle wp " della porta accanto" , sempre per provocare, non vorrei che Miccio e Garini con la loro trasmissione , invece di far capire il lavoro, spaventassero le persone,credendo che per andare da una wp bisogna avere un grossissimo conto in banca ;)

    RispondiElimina
  8. ok....ho trovato il tempo per leggere questo MAGNIFICO POST!

    io come sapete sono agli inizi, alla formazione...ebbene si, alla formazione perchè ci tengo! ho la possibilità di studiare e imparare da delle persone stupende che me ne stanno l'opportunità e mi sto impegnando al massimo.
    Non so quale sarà il mio futuro se mi aprirò un'agenzia mia o se sarò la J.Lo "de noiartri", ma so che lotterò con ogni mezzo possibile per cercare di mettere chiarezza su questa professione.

    Per quanto riguarda M&G loro si sono dati un target...hanno ragione anche loro, nulla di male: se vuoi che io lavori per te, meno di tot non puoi spendere! ok, ma almeno dillo! All'inizio di ogni puntata (UH! PARDON! REPLICA!) che lo scrivano....che mettano una bella scritta: IL PROGRAMMA CHE STA PER INIZIARE E' PER SOLI RICCHI...tipo "don't try this at home"..... ;)

    E organizziamolo questo meeting!!! Io ci sto!

    RispondiElimina
  9. Io sto entrando in questo mondo dopo anni passati con consulenze per progetti, comunicazione ed eventi pubblici, e quindi l'occhio sull'impostazione del prezzo della mia consulenza ce l'ho. Però dei bei dubbi mi vengono quotidianamente. Ad esempio, io non mi comporto "in amicizia", sono cortese,gentile e supportiva al massimo, ma sto lavorando e a volte temo possa essere scambiato per freddezza. E parlare di prezzi mi mette anche un po' a disagio (una sposa mi ha detto anche che non è elegante...), per questo ho da subito impostato dei prezzi di massima per determinate tipologie di consulenza, come ho sempre fatto non da wp. E ora mi chiedo, è un approccio sbagliato? Sbaglio a vedermi esclusivamente come consulente per gli sposi?
    Insomma, è un post che mi fa riflettere parecchio.

    RispondiElimina
  10. @evenths ho sempre confermato essere un programma non "spiegato" anche se la cosa che mi da' da pensare è che altri programmi di intrattenimento vari anche se esagerati all'eccesso sono riconosciuti come " esagerati" . Il mondo dell'organizzazione eventi è ancora troppo confuso per il pubblico per riconoscere la differenza tra esagerato e realtà . tu che ne pensi?
    @vero quoto e rilancio per il congresso
    @pasadena ciao tesoro! non si può parlare di giusto o sbagliato sai..il problema (se così lo vogliamo chiamare) sta nella tua percezione del tuo target di clienti e in quello che ritieni possano desiderare maggiormente da te. Se la consulenza è una delle attività che ti sostiene anche economicamente continua tranquillamente no? per l'approccio ahimè non esiste proprio un decalogo di come è la perfetta wp , io forse sbaglio nel senso contrario al tuo...però ho imparato in questi anni è che non si può piacere a tutti (come nella vita normale), come diceva evenths prima direi che la buona educazione e serietà è la base fondamentale ..tutto il resto è il tuo marchio distintivo

    RispondiElimina
  11. Arrivo anche io, in qualità di ex sposina cliente Magnolia (per la ramanzina al tuo post successivo... era pigrizia la mia! Mi copro il capo di cenere...). Il lavoro di wp è troppo sottovalutato ai ns giorni e nel ns paese. Si pensa che sia una cosa da ricchi (e in questo il programma di cui sopra non aiuta per nulla), una cosa che non serve (perchè devo spendere soldi per una cosa che potrei fare da sola?), una cosa superflua (spendo già tanto, devo aggiungere anche questo costo?). A prescindere dal costo in sè, dal quale mi voglio slegare perchè ognuno fa i suoi prezzi, è proprio la mentalità che è sbagliata! Al mio matrimonio, grazie alle idee di Silvia, ho potuto realizzare cose alle quali non avrei pensato se non avessi avuto la wp! E, con il senno di poi, mi accorgo che avrei dovuto scegliere che Silvia curasse la regia del matrimonio, che fosse presente per far fronte ai piccoli inconvenienti che possono capitare. Vuoi mettere avere un professionista che è veloce nel pensare a come risolvere una situazione proprio perchè è un PROFESSIONISTA? E sono contentissima di averla scelta, sono contentissima che lei abbia accettato il mio incarico e sono contentissima perchè mai altri soldi furono ben spesi! Prima di giudicare bisogna informarsi e il lavoro che fanno Silvia e le altre wp con i loro blog, secondo me aiuta tanto. Prima di conoscere il tuo blog, non avrei mai pensato di avere una wp al mio matrimonio! Spero di essere stata chiara e di non essere andata fuori tema! (tra l'altro rileggendo, ho notato che ho parlato di te in 3 persona! mah...)
    Sono perdonata????
    Baciuz

    RispondiElimina
  12. L'idea del congresso ormai che la palleggiamo da mesi e direi che siamo mature per passare alla fase organizzativa ;-) Con Simona (Fairytale di Roma) l'abbiamo detto e ridetto che bisognerebbe trovarsi e cercare di fare ordine tra le mille associazioni di settore (che sembrano tutte "l'unica garanzia di professionalità") e le mille modalità di servizio proponendo almeno delle linee guida etiche. Per me si potrebbe puntare a un evento in dicembre, magari a staffetta, tra Milano, Roma e Napoli (viste le tantissime aspiranti che scrivono dal Sud e dalle isole). Il problema vero è che per farlo ci vogliono forze (soldi, soprattutto) maggiori delle nostre e che le stesse mille associazioni di settore non hanno vero interesse a collaborare perché devono affermare il proprio primato sulle altre. Non solo. Noi predichiamo una cultura non elitaria di questo settore (ma divisa per target di mercato, come in ogni settore), mentre a Milano la AWP parla di 'livello di servizio' di 'esclusività', come se sotto un certo compenso (molto alto) non ci potesse essere qualità. Per concludere: io per il congresso ci sono. Come facciamo a raccogliere le idee al riguardo? Apriamo un blog dedicato e cominciamo a raccogliere adesioni?

    RispondiElimina
  13. @silv.etta grazie sei magnifica ..ti sei esposta e me gusta mucho! grazie bacione!
    @barbara oh yes ci sto' ..effettivamente ci vorrebbero dei finanziatori /sponsors perchè è veramente fuori dalla portata di tutti . Idee?

    RispondiElimina
  14. Facciamo così. Se per voi va bene apro un blog Blogger (mi sembra il portale che usiamo di più) dal nome wpinitalia, poi vi metto tutte membri della redazione (magari mandatemi mail con riferimenti) e cominciamo a raccogliere idee anche per l'autofinanziamento. Ok?

    RispondiElimina
  15. Ho già letto il "però" sul tuo post di oggi e quindi cerco di scrivere in veste non di fotografa, ma di "persona che prima o poi si sposerà" :)
    Quindi potenziale futura cliente, per certi versi.

    C'è questo malcostume di considerare alcune spese "necessarie" (il catering, i fiori, l'abito), e altre "accessorie" e dunque negoziabili.
    La wp è tra queste, come lo siamo noi fotografi.
    Attenzione che però "spesa accessoria" non vuol dire che se non me la posso permettere rinuncio: vuol dire che la PRETENDO... ma al prezzo che dico io :)

    Insomma se non mi posso permettere 2000 euro per un fotografo, cerco un fotografo più economico o vado dal fotografo da 2000 euro e gli chiedo lo sconto. Le Wp soffrono della stessa discriminazione.

    La trovo una pessima abitudine perché porta a:
    1) non avere il risultato desiderato in partenza (se scegli una wp non dovresti farlo in base al prezzo ma in base a quello che ti aspetti faccia per te)
    2) spendere comunque cifre importanti nell'economia del matrimonio (anche se hai trovato un fotografo che per 500 euro ti fa servizio, album, gigantografie e ti lava anche la macchina, 500 euro sono tante se la qualità delle foto non era quella che volevi)

    Con ciò, senza discutere che ci siano coppie che oggettivamente NON HANNO BISOGNO né della wp, né del fotografo figo... perché semplicemente ogni coppia ha le sue priorità :)

    Questo è il punto su cui secondo me ancora non si è fatta chiarezza: che una coppia in procinto di sposarsi, deve per prima cosa focalizzarsi sulle proprie priorità, accontentare quelle, e distribuire il resto del budget di conseguenza.

    Personalmente, io un'idea del mio matrimonio già ce l'ho.
    E voglio spendere molto poco, perché non mi posso permettere cifre importanti per una festa che dura solo un giorno.
    Non mi importa del vestito, non mi importa delle scarpe, non mi importa della torta nuziale a 6 piani. Non mi importa della suonatrice d'arpa durante la cerimonia, non amo i fiori recisi, e posso realizzare da sola la maggior parte degli allestimenti perché per fortuna ho una buona manualità / creatività. Non mi importa che ci sia un fotografo perché ce ne saranno già due... all'altare :) e mi trovo molto più a mio agio dall'altro lato dell'obiettivo, quindi lascerò che le foto ricordo le facciano gli amici. Non mi importa che ci siano camerieri in livrea, ma mi importa che il cibo e le bevande siano di qualità e abbondanti.
    Quello che per me è prioritario è che ci si diverta da morire, e arrivare a quel giorno senza intoppi e senza stress. Non ho voglia di sbrigare la burocrazia, ho voglia di organizzare un mega festone con i miei amici più cari, e godermela dal primo all'ultimo minuto. Quindi sì, per l'organizzazione mi farò sicuramente aiutare da un'esperta, perché lei sa cose che io non so, perché lei ci metterà un minuto a trovare informazioni che io troverei in una settimana, e perché a lei verranno in mente soluzioni che a me non verranno in mente.

    Perché il compito di una brava wedding planner è anche e soprattutto questo: far risparmiare tagliando il superfluo.

    Ovvio che quello che è superfluo per me, non sarà superfluo per altre coppie, e viceversa.

    Spero che il mio modesto feedback, per quanto sconclusionato, possa tornare utile alle varie addette ai lavori... e non ;)

    Buon lavoro ragazze

    RispondiElimina
  16. @Magnolia credo che la confusione sia tanta, ma ho visto molta confusione anche tra gli addetti ai lavori, anche i fornitori spesso fanno confusione e si sentono collaboratori e concorrenti allo stesso tempo.
    @Fatamadrina, io ci sto

    RispondiElimina
  17. Perché non pensare più che ad un congresso ad una specie di wedding camp? Probabilmente sarebbe più economico da organizzare e, contando anche che in questo periodo ce ne sono parecchi, forse qualche sponsor in più interessato ci può essere

    @evenths Io sono perfettamente d'accordo anche sulla questione fornitori

    RispondiElimina
  18. Eccomi!
    In calcio d'angolo ho letto tutto d'un fiato e come già Barbara accennava,sono mesi che ne parliamo,ed io sono d'accordissimo sia sul blog che sull'incontro!

    C'è bisogno di parlarne,c'è necessità di confrontarci e mettere in chiaro delle linee guida,che rispecchino la nostra professionalità,la nostra indole,il nostro approccio..e la reale importanza che questo lavoro ha nel mondo dei servizi.

    Anche io mi trovo spessissimo a domandarmi se il mio atteggiamento (perlatro naturalissimo) nel "prendere a cuore" ogni diamine di progetto che mi viene rischiesto,questo mio darmi completamente scervellandomi e usandomi nei modi più estremi sia realmente giusto.
    Lo faccio e continuo a farlo,anche se nel tempo ho imparato ad affinare le cose un pò meglio,e a darmi si,ma con un pò di parsimonia.

    Sulla questione preventivi,eh già,io faccio sempre l'esempio dell'architetto..Non è che un architetto ti disegna una casa e ti fa il preventivo in 48 ore gratis..è personalmente il lavoro che odio più fare,fare i preventivi lo odio con tutta me stessa!

    Comunque,mi fermo qui,per il blog,of course Barbi,contami!

    RispondiElimina
  19. Eccomi...meglio tardi che mai!!!Io come Veronica sono all'inizio anzi se possibile anche prima dell'inizio dato che ho scoperto sulla mia pelle che i WP della mia zona sono....come dire....poco collaborativi con le nuove leve!!Per fortuna che da tutte voi si può imparare anche se a distanza :( per il meeting ci sto anche io!!!!!!!!

    RispondiElimina
  20. Il meeting è una grande idea. Non necessariamente deve essere un vero e proprio congresso. Per cominciare si potrebbe organizzare una cosa un po' più informale, un get together magari.

    Ma se lo fate a dicembre io temo che sarò impegnata a diventare mamma! :) magari può venire la mia collega Lorella.

    Teneteci aggiornate! Grazie!

    RispondiElimina
  21. Buongiorno, mi permetto di fare una domanda, siamo tutte d'accordo per il blog e per un incontro, ma chi lo organizza?

    RispondiElimina
  22. Ciao a tutte! Eccomi qua....avete praticamente detto tutto quello che penso e quindi non mi ripeto. Sono stra d'accordo nel fare qualcosa affinchè la nostra professione sia più tutelata, ed in primis, già il fatto di avere la partita iva sia sinonimo di profesionalità, nel senso che, moltissime si professano wp, solo perchè hanno fatto un corso di sue giorni. Quindi contate su di me, cerchiamo di fare gruppo e di far capire, come avete già detto, care colleghe, che non sempre ci capita di lavorare per milionari, anzi, e che spesso la difficoltà è anche questa, perchè gli sposi hanno idee e sogni, ma non hanno idea di quanto costa tutto ciò. Io sostengo che il mio tempo, cioè il tempo che impiego per fare il mio lavoro, vale quanto quello di un idraulico, di un commercialista, di un panettiere o di un fruttivendolo. E concordo con chi ha detto, che i cosidetti sconti ledono la nostra professionalità. non siamo al mercato del baratto, siamo professionisti, che ripeto, pagano le tasse e fanno le fatture e questo secondo me sarebbe già un segnale forte della professionalità di un wp. Anche se ovviamente questo non basta. Però è importante. Quindi io ci sono per qualsiasi cosa decidiate...

    RispondiElimina
  23. Ciao Silvia! appena perso il commento prima di postare! in breve:
    - noi (LuetMax) ci siamo divertiti da pazzi preparando il matrimonio con Magnolia (e abitiamo pure all'estero!)
    - abbiamo avuto la fortuna di avere anche la "regia" di Magnolia. Ospiti deliziati da ogni singolo particolare dell'allestimento (e i particolari non erano li' per caso).
    _ dovessimo tornare indietro e rinunciare a qualcosa? l'ultima cosa sarebbe proprio la WP
    - il prezzo? Qual'e' il prezzo della tranquillita' nell'organizzazione e nella realizzazione del proprio matrimonio?
    - Silvia e' grandiosa nell'accompagnare gli sposi nella preparazione del matrimonio seguendo il loro sogni e non cercando di guidarli verso un matrimonio magari meraviglioso ma che magari non appartiene a loro!
    Grazie ancora! Sei una WP (e una persona) fantastica e siamo contentissimi di averti incontrati nel nostro cammino!

    RispondiElimina
  24. Mi unisco al coro in tutto e per tutto. Ho continue conferma della superficialita' con cui vengono analizzati i preventivi. Si guarda subito l'ultima riga, senza realmente analizzare tutti dettagli e soppesare il contuenuto dell'offerta.
    Ma come fare??? come educare i clienti? non e' facile davvero...Ci vorrebbe forse un vademecum del buon ccliente...un doc per aiutare il cliente a fare le ssue valutazioni, per evidenziargli i punti da considerare, per dargli le giuste sollecitazioni, per sollevare i giusti dubbi etc...Che ne dite??

    RispondiElimina