martedì 26 febbraio 2013

Help Line: le chiusure silenziose fanno male a tutta la categoria

Sono passati ormai diversi giorni dal mio ultimo aggiornamento blog e come sempre sento un latente senso di disagio quando questo succede anche se contro la mia volontà di essere sempre presente. 
A volte mi viene da dirti che il lavoro mi porta via molto tempo e aggiungo un bel  "fortunatamente" perchè di questi tempi lavorare non è certo cosa comune quindi mi sento fortunata e soddisfatta, a volte invece mi viene solo da nascondermi dalla vergogna perchè la base di tutto il mio lavoro è proprio qui..con te

Apriamo le danze di oggi con l'annuncio ufficiale che le iscrizioni al Seminario per la presentazione del corso "Business sereno" sono definitivamente chiuse! Ringrazio tutti i partecipanti (abbiamo fatto il pienone e mi dispiace per chi ho dovuto rifiutare per problemi di spazio) e mi sto preparando ad una giornata molto impegnativa e spero costruttiva per tutti noi. 
Ci saranno anche le palette per chiedere la parola, andare in bagno, dire cavolate e fare votazioni o esclamazioni senza doverci chiaccherare una su l'altra ^_^ siamo troppe e non possiamo fare casino ... ci sarà anche la paletta "wow" per quando dico quelle due o tre cose sensate , ecco giusto per dirti.

Ma passiamo alla nuova domanda della Help Line (avevi letto l'ultima domanda pubblicata? ) che sta ottenendo un grande riscontro anzi se hai domande per la Help Line prenotati scrivendo a info(at)magnoliaweddingplanner.com , ci vuole un po' di tempo, ma arrivo da tutti ^_^



La domanda mi arriva dalla meravigliosa Lorena che mi segue sempre , ma che non commenta per "motivi di timidezza" mi dice  (e di paura di essere giudicata male aggiungo, ma devi stare tranquilla) e che mi ha chiesto  un consiglio sulla sua delicata situazione. Lorena mi ha chiesto di non pubblicare il suo link di presentazione e anche il suo nome è di invenzione:  tesoro io rispetto il tuo volere che diventa il mio dovere nei tuoi confronti, ma capirai alla fine del mio post quanto vorrei che tu ti facessi conoscere, nascondersi non risolve..ma ti capisco.

"Cara Silvia , ho un'agenzia di wedding planner da 3 anni ormai, aperta con regolare partita iva, ma a parte due o tre cose fatte per alcuni parenti e amici e un paio di matrimoni in zona, non riesco a decollare, non riesco a lavorare come dovrei e vorrei. Mi sento angosciata e distrutta, non so ne' come affrontare il futuro, ne' come pagare tutto quello che devo di tasse e spese vive per tenere aperta la mia attività. Continuo ad avere discussioni in famiglia e continuo a sentirmi sempre più avvilita. Una perdente. Come posso fare a risollevarmi?"


via guardiagreleweb.it
Mio tesoro non puoi capire quanto ti sono vicina, perchè in quella fase ci sono passata anche io, forse per altri motivi, ma la verità è che quando arrivi a doverti disperare perchè non sai come fare a coprire tutto, perdendo serenità, vita, sonno e forse anche capelli dallo stress, ti domandi cosa hai fatto di male e perchè sembra che agli altri vada sempre tutto bene. 
Almeno io ho pensato così 

E parlo con te che mi leggi, sì proprio tu, perchè sei rimasta basita da questa domanda di Lorena.
Forse perchè ti riconosci?
Forse perchè hai paura di arrivare al quel punto?
Forse perchè è un argomento scomodo?
o forse perchè ti sembra impossibile che ci si riduca così

La vedi la foto sopra? 
Io mi sono ritrovata per terra a piangere esattamente così, quindi sì ti giuro che è possibile.

Sai bene tutto quello che ho passato, tutto quello che ho fatto tra chiudere l'agenzia per mille e più problemi, ma sostanzialmente perchè avendo meno tempo da dedicare per problemi gravi che dovevo affrontare + avendo lavorato sempre senza metodo professionale, ho iniziato a risentire di tante pressioni fiscali e monetarie che mi hanno schiacciato (oltre a tutto quello che ti schiaccia anche moralmente che non è da poco) e so cosa vuol dire arrivare a decidere di chiudere, di più!  so cosa vuol dire chiudere e dannarsi l'anima perchè è come se ti togliessero l'aria per respirare.

Ora ti faccio una domanda anche a te che ti stai per sposare
lo senti il tonfo di tutte le mie colleghe che chiudono silenziosamente?

e già perchè...a volte fa più rumore una persona che chiude accostando delicatamente la porta per dover affrontare una (non dovuta) vergogna, per non far accorgere gli altri che sta chiudendo, di una come me che ha sbattuto platealmente la porta con gran frastuono

Io per mio carattere, per mia convinzione e credo per "diritto di sapere" di tutte le persone che mi seguivano presi la decisione di mettere un bel cartello sul bandone chiuso. Non c'era scritto fallimento, ma il senso era quello


via economiaweb.it
perchè io mi sentivo una fallita anche se non l'avevo scritto, non ero riuscita a portare avanti la mia creatura, il mio adorato lavoro, il mio sogno, nonostante non mi mancasse lavoro, nonostante ci credessi e lottassi con tutte le mie forze.
Ero una brava wedding planner e stavo chiudendo.

Ognugno di noi è consapevole dei problemi che ci portiamo sulle spalle, ma una cosa è vera per tutti: quando non riusciamo più a sostenere i problemi abbiamo il solo e unico sentimento di "vergogna" e di fallimento che ci pervadee questo per qualsiasi tipo di lavoro facciamo.

Ti rispondo io alla domanda che ti ho fatto sopra: 
non mi accorgevo neanche io di tutti i "tonfi" sordi che c'erano attorno a me di colleghe che soprafatte da mille cose non sono riuscite a portare avanti tutto e per tanto tempo me ne sono fregata..anzi se me ne accorgevo, quello che molto superficialmente pensavo era "eh certo vedi che succede a fare le cose senza un sostegno di un corso giusto?" "eh certo vedi che vuol dire non sapere lavorare bene?" " eh certo l'aveva presa sottogamaba, questo è un lavoro serio non un passatempo"

ma come diavolo mi sono permessa in quel momento di pensare quelle cose?

ammettendo anche che ci sia una parte di agenzie che chiude dopo solo un piccolo periodo di prova veramente perchè non ha fatto un serio "orientamento al lavoro" capendo sul serio cosa è e cosa comporta questo mestiere, la verità è che molte chiusure silenziose sono dovute agli stessi problemi che hanno colpito anche me
e possono colpire anche te

Girati attorno e inizia a vedere e sentire quei tonfi , tutte le persone che molto silenziosamente se ne sono andate e ritirate, fa male non vederle più perchè forse potevano risolvere i problemi anche solo parlandone apertamente.
Perchè proprio le chiusure "silenti" ci fanno capire che c'è qualcosa che non va per niente in questo settore, soprattutto in un momento in cui anche a livello formativo forse ci sono tante cose che non quadrano, tante informazioni forse inutili.
Dovremmo curarci di più delle nostre colleghe che rischiano di chiudere perchè è anche nostra responsabilità far andare bene avanti la nostra categoria.

Lorena e tu che mi leggi e ti ritrovi in questa situazione, questi sono i miei 10 consigli a riguardo e sai bene perchè ne abbiamo già parlato, di quanto non sono tutti rose e fiori perchè realizzare dove si sbaglia è forse la cosa più dolorosa, ma è da lì che rinasci credimi , quando sono rinata è perchè c'è stato qualcuno che mi ha tirato per i capelli e mi ha dato di scema t'ho detto tutto

1. dove vivi su Marte?: non hai un blog, non hai Facebook perchè dici che non ti piace..ok ma tu devi lavorare non esprimere giudizi personali. Non puoi pretendere di lavorare senza avere una qualche pagina online, in questo momento di globalizzazione non si può pensare di lavorare senza siti internet, senza blog o social networks, io sono la prima che per la mia vita privata non amo Facebook, ma per lavoro sono praticamente sempre online

2. il tuo mercato non è quello del pesce: il tuo mercato è intelligente e sei tu che ti devi adeguare al mercato, se nella tua zona o i tuoi possibili clienti che attrai non sono interessati ad avere un wedding planner che organizza tutto (e questa è la realtà italiana in genere non solo la tua) allora adeguati ad offrire mini servizi (solo ricerche singole , solo coordinamento ecc) non è svilente ed è comunque fare il wedding planner

3. mettere la testa nella sabbia non ti aiuta : non si può pretendere di far finta che l'Italia non sia piena d' italiani, questo vuol dire che se la richiesta è quella di "divertirsi ad organizzare da soli il matrimonio" , come è normale per una personalità arrangiona come quella italiana, la tua offerta deve adeguarsi e quindi proporre solo assistenza per esempio 

4. vuoi davvero venderti come se tu fossi un paio di mutande sfilacciate?:  smettila di vendere il tuo servizio con sconti e promozioni come nel più svilente banco delle occasioni, nel gioco del ribasso perdi sempre tesoro perchè ci sarà sempre e comunque chi chiede meno di te e se basi la scelta dei tuoi clienti solo sul prezzo è ovvio che attrarrai solo clienti che valutano solo quello e quindi perderai velocemente per colpa di un prezzo inferiore

5. prima di rispondere pensa fino a 10: pensi di ripondere sempre bene ai tuoi possibili clienti? Mi hai detto (come mi hanno detto altre) che un tuo possibile cliente ti ha detto che una tua collega l'avrebbe aiutata per 500 euro e tu le hai risposto? " e allora vada dalla mia collega". Scherzi??? non si risponde così , hai perso un cliente.  Anche tu puoi fare qualcosa a 500 euro di sicuro: puoi dare organizzazione per tempi limitati o con modalità più rigide rispetto alla disponibilità illimitata di altri contratti. Studia i tuoi servizi e così saprai come proporti in tutte le situazioni senza perdere più tempo

6. impara l'arte di venderti: se anche fai bene il tuo lavoro devi imparare a venderti con una buona identità pubblica, con servizi chiari e utili, con pagine online che facciamo conoscere la vera te e se non sai come farlo...chiedi aiuto ci sono persone come me e altre colleghe che ti possono aiutare e finiscila col dire che non puoi pagare, io faccio tanto anche gratuitamente e ci sono tante soluzioni anche di pagamenti a rate. Di tanti che ne hai buttati per capire come fare un centrotavola forse ora potresti pensare a spenderne per imparare cose più utili

7. sai sul serio cosa fa un wedding planner?: continuare a vendere un servizio per cui ovviamente pochi potrebbero mai confermarti (tipo una scelta di un dettaglio che non è neanche compito tuo scelgiere) è inutile, nessuno ti pagherà sul serio per scelgiere un tessuto di un abito, ma ti pagherà per la serenità e per la capacità di risolvere problemi che hai..lì riesci a vendere bene i tuoi servizi, fai un attimo di meditazione sui servizi che offri: valgono tutti la pensa di essere confermati?

8. non lamentarti : se pensi che nessuno ti possa capire sbagli, inizia a parlare ad alta voce, scrivi sul tuo blog cosa c'è che non va, sapere che altri la pensano come te e stanno passando gli stessi problemi non risolve, ma aiuta molto il recupero delle energie necessarie per riprendere in mano la tua vita

9.credi di essere wonderwoman?: se hai problemi parlarne anche sul tuo blog, credimi ci sono passata è un modo di farti vedere umana e affidabile. Della perfezione io ho paura e tu?

10. dai: nel senso proprio di dare, se stai passando o hai passato dei momenti brutti e in qualche modo ti stai riprendendo, dai agli altri quello che cercavi tu o cerchi tu, non c'è modo migliore che tendere la mano per capire quanto si può essere importanti per qualcun altro ed è quello che stimola la tua crescita a il credere in te'

D'ora in poi ascolta bene e cerca di sentire quel minimo "puff" perchè forse è una tua collega che è rimasta schiacciata da qualche problema e si è vergognata di dire apertamente che chiude.

Quella vergogna è una cicatrice che dovrebbe segnare tutte noi colleghe, perchè è anche colpa nostra: forse tendendo la mano e dicendo le cose apertamente ad una loro richiesta di aiuto si poteva evitare il danno.

Ma ricorda anche che da quella chiusura si può guarire
Riaprendo per esempio

Ti cito una frase meravigliosa di Winston Churchill che è la verità di quello che ci succede giornalmente e rifletti: puoi passare dall'avere solo problemi a iniziare a vedere il vantaggio di averne

A pessimist sees the difficulty in every opportunity an optimist sees the opportunity in every difficulty

Un pessimista vede difficoltà in tutte le opportunità , un'ottimista vede opportunità in ogni difficoltà

 Clicca qui per condividere con il nuovo hashtag #Magnoliastyle 
che rivoluzionerà il modo di pensare ai wedding planner

e per finire in bellezza...la Narcysa (la culona di turno) si becca l'aiuto o consulenza per un'ora per far funzionare meglio la tua attività ...perchè da Magnolia tutti ricevono qualcosa di bello prima o poi..non c'è neanche bisogno di fare concorsi

La nostra community si basa anche sui commenti che lasci qui sotto..fai sentire la tua voce e fammi sapere cosa ne pensi , condividi e apriti agli altri...solo questo è il segreto del vero successo
  Da ora in poi tutti riceveranno i consigli..ogni volta io prenderò qualcuno che avrà comunque commentato sui post e a turno tutti avranno il loro pizzico di magia , contenta?

Ti sei iscritta alla Mewsletter? inserisci la tua email e nome nelle caselle in alto a destra e aprirai le porte ad un magico mondo fatto di informazioni, idee e tante sorprese

post signature

44 commenti:

  1. Bel post utilissimo per tutte! Lorena non devi aver paura di mostrarti, siamo una grande famiglia e nessuno ti giudicherà!
    p.s. ma davvero al seminario ci saranno anche le palette? spettacolo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo ^_^ pipì, wow, domanda, sì, no e sei figona oggi
      mi sembra che baatino per la buona riuscita della giornata

      Elimina
    2. Dico che sarà una giornata favolosa!

      Elimina
    3. Il "sei figona oggi" può essere rivolto solo a te? :D

      Elimina
    4. certo che è rivolto solo a me -_- almeno quel giorno fatemi sentire importante e che cavolo

      Elimina
  2. Ciao! sai quanto mi fa piacere leggere questo post? ..tanto!!
    e a Lorena, sappi che non sei sola, purtoppo o per fortuna siamo tutti nella stessa barca. E secondo me ne veniamo fuori solo aiutandoci l'un latro.
    poi ovvio, i 10 consigli, sono più che bei e utili consigli, però condividere la propria avventura aiuta te e gli altri che magari ci son già passati e ti possono dare una mano. o semplicemente si esce dalla buca in cui si è caduti insieme.
    grazie per la domanda e risposta.. molto utili in questo periodo!! :)
    Ciao,
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come ci ha detto una nostra collega nel gruppo tesoro, questo post è come sale sulla ferita

      ma il sale disinfetta e fa guarire la ferita

      grazie di esserci sempre

      Elimina
  3. Carissima Silvia, carissime colleghe. Io forse non sarò esperta come Magnolia, ma ci sono. Sono disponibile come Chiara ad aiutare chiunque ne abbia bisogno. Se avete bisogno anche solo semplicemente di parlare e condividere io sono qui. Con sincerità e voglia di esserci.
    Un abbraccio a tutti,
    Chiara
    chiarabertuccio@scentoforchid.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima Chiara sei un tesoro prezioso, so che ci sei per tutti e grazie per la tua disponibilità..condividi questo post più che poi per favore

      Elimina
  4. Impressionante...nell'incontro che ho avuto oggi con la fiorista (pensavo una mezz'oretta, abbiamo parlato 1 ora e 20!!!) abbiamo toccato molti di questi punti: di quanto sia importante capire chi si è, cosa si vuole fare e come posizionarsi e presentarsi,il che può essere una scelta che richiede magari più tempo ma che alla fine premia di più, rispetto ad altre strategie apparentemente più furbe come giocare al ribasso (ma quando vai troppo in basso, poi non risali più!), di come sia importante capire bene i ruoli della wp, che mai e poi mai deve scavalcare gli altri professionisti del settore, i quali sono più che felici di poterci collaborare quando trovano da parte sua correttezza e competenza (ognuno deve fare il proprio lavoro bene e non quello degli altri male!), e infine di quanto sia importante capire in che mercato si va a lavorare e come rispondere alle esigenze di QUEL mercato, invece di aspettare che il mercato sia pronto per ricevere quello che vogliamo offrire noi a tutti i costi.
    Per quello che riguarda la prima parte del post...mi riconosco molto nella paura di vivere quel momento, forse perché ne ho vissuti altri simili e so come ci si sente...ma sento anche di essere fortunata ad aver trovato un gruppo che mi sostiene, mi consiglia e sul quale posso fare affidamento, sento di stare iniziando col piede giusto e di poter proseguire in questa direzione...quello che auguro anche a Loredana, perché sono sicura che anche lei può riprendere e riuscirci!
    Scusate l'intervento stra lungo ma mi è uscito fuori così di getto!
    Un abbraccio a tutte!
    Chiara

    Aggiungo solo due post scriptum:
    1. Go Narcysa go! :D
    2. Voglio le foto della paletta "wow" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello sapere che hai potuto parlarne con qualcuno che oltretutto non fa neanche il nostro lavoro, benissimo!
      (le foto ci saranno anche delle palette "sei figona oggi" tsè)

      Elimina
  5. Lorena non sono io, ma sono anche io. Scriverlo qui è difficile, come lo è scriverlo sul mio blog. Da giorni ci penso e tentenno per paura o vergogna. E' difficile e doloroso, ma è la realtà.
    Grazie Silvia <3
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te
      apri il barattolo del sale ora è venuto il momento

      Elimina
  6. Grazie a te Silvia e alla community sto cercando di essere ottimista e di superare i momenti difficili...care colleghe non abbiate paura parliamo dei nostri dubbi e paure....aiuta tantissimo il confronto!! Nel mio piccolo, sono qui a disposizione di tutti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la perfezione è stata spacciata per sinonimo di professionalità per fin troppo tempo..ora BASTA

      (oh ma che figona sei in questa foto? ^_^ maremma che bonazza)

      Elimina
    2. il giorno del MIO matrimonio,mi sa che il fotografo aveva usato PHOTOSHOP ;-)

      Elimina
    3. sèèè ma finiscila...ora dai la colpa a photoshopppe sì sì -_- è che sei topona ecco punto e basta

      Elimina
  7. Siamo un po' tutte Lorena prima o poi e non solo nel lavoro ma a volte anche nella vita e nelle nostre passioni. Grazie Silvia per i dieci consigli. Tu ci motivi, ci sproni e credi in no... e hai creato una community che è diventata come una casa per noi, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono solo i 10 consigli che ho deciso di scrivere, ce ne sarebbero ancora tanti altri
      grazie a voi perchè è merito vostro se la community cresce

      Elimina
  8. Ciao Silvia,
    ti seguo da tanto ma faccio parte di quella parte di follower che non ha mai commentato. A questo post non potevo non lasciare almeno una parola, perchè in questo momento siamo tutte un po' "Lorena". Grazie per i 10 preziosissimi consigli :)
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che meraviglia sentirti, mi fai bene al cuore credimi Laura
      siamo tutte sul serio Lorene sì..questo dovrebbe essere il motivo del nostro tenderci la mano a vicenda
      ora che hai commentato..rimani con me vero? ^_^

      Elimina
  9. Bellissimo Silvia,
    tocca in maniera impressionane le corde più profonde dei miei problemi..... quello di cui pecco in maniera più eclatante è il "non sapermi vendere"..... assolutamente è il mio tallone d'achille.
    "Lorena" come vedi non sei la sola che si pone mille domande, ti senti fallita e non sai come affrontare il futuro.....ma questo gruppo e in primis Silvia, riuscirà a farti diventare una vincente!!!
    Un abbraccio forte forte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il sapersi vendere è un'arte che pochi insegnano soprattutto in Italia perchè c'è sempre la paura che qualcuno diventi meglio di noi
      insicurezze che ci portano a raschiare il barile
      un abbraccio a te tesoro!

      Elimina
  10. Non ci credo, non vinco qualcosa dalla tombola del 1987 :-o (il che vuol dire che ero piccola, non che sono decrepita -_- )
    yuuuuuuu, oggi, a coronamento di questa giornata, ci sta come il pane.
    Ghghghghghghghg :3
    Grazie Silvia *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè tipo che leggevo mezza sdraiata sulla mia scrivania, con un mal di testa EPICO e poi dico "Eh? Chi, cosa? Sono io?" Dillo che hai barato con l'estrazione come la tombola della prima media :D

      Elimina
    2. c'è chi potrebbe dire che ti ho estratta appositamente per le nostre sceneggiate di stile show televisivo...ma no -_- giuro che ho tirato a caso un nome
      tocca a te
      c'è chi ti dirà che non è simpatico passare sotto le mie grinfe..ma tu ne sai già qualcosa no?

      Elimina
    3. Tzè, io e l'omeprazolo siamo come parenti B-)

      Elimina
  11. Grande Silvia!
    E' davvero un post con i controfiocchi e non solo per chi è già una wedding planner avviata ma anche e soprattutto per chi vorrebbe diventarlo perchè sono proprio questi tonfi sordi a terrorizzare le aspiranti wp, e la paura è davvero una brutta bestia!

    Prima di incontrare tutto il nostro gruppo facevo un passo avanti e 10 indietro per paura di sbagliare e veder fallire tutto ciò in cui avevo investito. Grazie a voi, e soprattutto a te che ci sproni sempre a condividere le nostre paure, i nostri sbagli e grazie ai consigli di tutte, mi sento più sicura e più incoraggiata ad andare avanti..quindi l'unica cosa che posso dire a Lorena è di uscire allo scoperto perchè qui nessuno giudica o è migliore di lei. Ognuno di noi commette degli sbagli e condividendoli fanno meno male (mal comune mezzo gaudio, no?)

    Bè ho scritto troppo!!! Non vedo l'ora di vedere le palette!!!!!!!!

    ps. Grande Narcysa! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutti noi facciamo 1 passo avanti e 2 indietro sempre e prima ci convinciamo che questo è SEMPRE non solo quando siamo inesperti

      ok foto palettose in arrivo

      Elimina
  12. Sono rimasta a bocca aperta...Mi sembra di vedere un mio riflesso..la paura di non farcela,di non riuscire a buttarmi, e quando poi invece ero per aria l'adrenalina che scorre nel sangue e l'eccitazione di non sapere cosa mi aspettava.
    Anche se magari non ho vissuto le vostre stesse esperienze, sia lavorative che personali, mi sento di dire che quando si ha fiducia e serenità in noi stessi siamo in cima al mondo!
    Noi ci siamo, la community c'è..Forza ragazze!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai quanto è dura scrivere dei propri fallimenti? sai quante lacrime ho versato? se qualcuno lo avesse saputo prima che chiudessi forse lo avrei fatto comunque, ma avrei iniziato prima la risalita invece che metterci un anno intero
      La communuty c'è e ringrazio ogni giorno di aver avuto la forza di crearla (a mio sporco e ludico uso ovvio ^_^ ahaha)

      Elimina
  13. Ecco prima di andare a nanna ci voleva, in effetti 2 lavori e 2 bambini (3 contando il maritino) spesso mi fanno arenare nella paura e nello sconforto dicendo a me stessa " ma cosa me lo ha fatto fare????" be' ultimamente, grazie anche a te Silvia, mi rispondo spesso che la mia passione e'tutto, i risultati arriveranno o comunque ci spero.
    Speranza, Coraggio e finalmente qualcuno disposto ad aiutarti ad aprirti qualche porta, finora ho ricevuto tanti portoni in faccia da wp ormai "arrivate" gelose del proprio lavoro e incapaci di vedere in te un riferimento competente e un aiuto costruttivo.
    Chissà un giorno sentirò qualche tonfo silenzioso. La mia porta sara' sempre aperta.
    Grazie Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è gelosia..è paura
      paura e insicurezza di non saper bene mantenere il proprio debole equilibrio, le capisco
      ma c'è modo di lavorare tranquillamente ^_^

      Elimina
  14. Cio' che ha fatto Silvia condividendo la sua esperienza con tutte noi e dedicando tempo, forza d'animo, risorse per aiutare il prossimo e' davvero piu' unico che raro.
    Detto questo io, che non sono una "collega" e che provengo da ambiti professionali completamente differenti, mi sono ritrovata ad un punto della mia vita in cui ho dovuto (e sottolineo dovuto) ricominciare completamente da zero.
    Vergogna per la mia situazione, paura nell'affrontare il domani e nell'operare nuove scelte che avrebbero potuto rivelarsi una nuova sconfitta, incapacita' di vedere uno spiraglio di luce in un baratro profondo.
    Il tutto condito anche da un paio di problemi famigliari seri con cui avrei preferito non dovermi misurare.
    Ma c'e' un momento in cui si deve trovare la forza d'animo per rialzare la testa.
    E lo si deve trovare prima di tutto in se stessi.
    Bisogna fermarsi un attimo e chiedersi: .
    Ecco, quando si riesce a trovare nella propria anima una fiammellina, anche flebile, e' venuto il momento di riprendere in mano la propria vita.
    E ci si accorge, aprendo gli occhi, che ci sono persone speciali intorno a noi (Silvia & la Community), ci sono nuove opportunita' da valutare, nuove possibilita' per ricominciare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto vero e la forza d'animo e la volontà di cercare aiuto è la base di una rinascita
      tvb ^_^

      Elimina
  15. Silvia fra tutte mi ha colpito al cuore perchè è caduta, si è rialzata, e ne ha parlato con noi, con me ed è per questo che la ringrazio sempre.
    Thx Silvia <3
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se ho fatto tutto platealmente è perchè dovete sul serio credermi quando vi dico che potete farlo anche voi
      thx a te Paola

      Elimina
  16. Ciao Magnolia, leggere questo post mi ha fatto molto riflettere e decidere che non è ancora il momento di gettare la spugna... e così ti ho scritto privatamente una mail di richiesta informazioni sul tuo servizio di mentoring, spero di ricevere una tua risposta :-) dai commenti vedo che hai aiutato tante persone a capire meglio i loro problemi, magari sarà così anche per me :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai..hai visto che sono riuscita a risponderti ahaha. con pazienza arrivo eh ^_^ e sono contenta che sarai dei nostri il 16 al seminario

      Elimina
  17. ... E' davvero bello sapere che si può crescere, che a volte fa male, ma che anche quel malessere ci sta preparando ad apprezzare il POI che stiamo costruendo!!
    Lo sai che ti lovvvo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cosa dicevamo eh? è un po' come il sale sulle ferite: brucia , ma poi aiuta a guarire
      ti lovvvvvvoooo anche io <3

      Elimina