giovedì 26 gennaio 2012

English lesson n. 1 da "Il famoso caso di una silviamagnolia a Londra"

via coxandcox.co.uk

O come meglio scriverebbe mio marito "inglisc lesson namber uan" ovviamente. Ricordatemi di non dettare mai più niente in inglese a lui. Non posso essere così coraggiosa da rileggere.

Allora...allora. Cosa ci raccontiamo oggi? Beh ..direi che possiamo iniziare con gli aggiornamenti del "il famoso caso di una silviamagnolia a Londra". Che ne dite?

Notizie ufficiali (decise da me e quindi più ufficiali di così non posso).

Partenza dal 24 Marzo al 31 Marzo 2012 per cercare casa.
Partenza (definitiva) il 10 Aprile

Mi sto' già ansiolizzando, ma è un bel frizzore che mi da' la scossa. Esserci costretti a fare il biglietto ci ha dato la tranquillità di aver preso una decisione seria e definitiva, finchè ci domandavamo "ma quando , ma quando?" si poteva continuare all'infinito a farsi domande e a rimanere incollati alle proprie sedie.

Detto questo..cosa faccio ora? Beh me lo sono domandata per molto tempo. Ci sono mille cose da organizzare, da sistemare, da controllare, da annullare e disdire, mille cose da valutare.
Mi sono organizzata.

Bene partiamo dal presupposto che non siamo due ragazzini (aiutooo, iniziare a farsi dare il posto sull'autobus mi ha fatto crollare in un abisso di vecchietudine) e che viviamo insieme da molti anni ormai.
Non siamo quindi nella situazione psicologica, per quanto sarebbe economicamente più leggera, di prendere una stanza in un appartamento in condivisione; ne abbiamo parlato molto (ohh aspettate ho usato un punto e virgola! accidenti roba rara di questi tempi) e ci siamo detti che , potendo avere un minimo di respiro economico , per preservare la serenità familiare , sarebbe stato meglio un appartamento da soli.
Magari un buco, perchè ci possiamo permettere solo quello , ma da soli.

Quindi mi sto' guardando un po' di scelte, ma fino a che non sarò lì non posso decidere niente, e via una cosa ferma.

Poi c'è la tana che devo lasciare, i mobili (qualcuno ha bisogno di mobili anzi?) , l'auto, le bollette, il trasloco di almeno i nostri abiti (perchè non posso rinnovare tutto il guardaroba no? ahah) ...insomma ne ho di cosette.

Poi i mille soliti progetti che affollano la mia mente e che ora sto' imparando a chiarire e a mettere in ordine serio.
Chissà che questo anno non sia solo un cambiamento di nazione, ma anche di svolte più importanti.


Ma voi ci sarete veroooo? :P io promesso faccio foto, video e post di tutto quello che trovo e che mi circonda, delle difficoltà e soddisfazioni.
Ho iniziato con voi e vado avanti con voi.







9 commenti:

  1. Ho vissuto li per un anno è stato il periodo più bello della mia vita!! Se il mio compagno potesse vorrei volare con sola andata nella city!!
    Piccolo consiglio le agenzie che affittano camere solitamente hanno anche monolocali o piccole case... Break a leg!!
    Sara

    RispondiElimina
  2. Sara grazie mille per il suggerimento ;) vienimi a trovare un giorno!

    RispondiElimina
  3. perchè io?! ah! mi raccomando...cerca una casa con una camera in +...io e la Costa avremo bisogno di venirti a trovare ogni tanto! ;)

    RispondiElimina
  4. oh badate che i divani della tana non me li porto dietro! che roba...allieve scroccone :D

    RispondiElimina
  5. ma una festicciola per i saluti no? magari a tema ..

    RispondiElimina
  6. costa! ti avevo dimenticata!..domande? uhmmm noooo...:D ahah
    artemisia...bah io direi che tu hai avuto una grandiosa idea! (sì ora suggerisci anche il tema direi...union jack?)

    RispondiElimina
  7. Silvia io ti seguirò sempre!!!!! Mi raccomando... quando ti sarai trasferita e tornerai in Italia per le vacanze.... beh...Capri ti aspetta!!!!!!!!BACI

    RispondiElimina
  8. maria e certo che prima o poi arrivo a capri, che mi perdo una perla così? :D mai! baci baci

    RispondiElimina