sabato 13 ottobre 2012

Essere impegnati o essere produttivi?

Mi sono imbattuta un po' di tempo fa' in due citazioni, di non ricordo chi perdonatemi (ah inizio proprio bene ahhh) , riguradante il tempo e la sua tirannia.

Alzi la mano, soprattutto chi fa il mio lavoro o sta iniziando adesso a farlo, che non ha almeno solo un giorno pensato entrando finalmente a letto la sera.. "sono distrutta, ho corso come una disperata, ho lavorato ore e ore...e? ho concluso sul serio qualcosa?"

Se io potessi prendere in prestito le mani di qualcuno , le alzerei a centinaia oltre le mie due (vabbè potrei alzare anche i piedi ,ma voglio essere pignola oggi), perchè io, cavoli amari, me lo sono detto e ripetuto stramiliardi di volte in tutti questi ultimi anni. 
Per carità..ho anche prodotto molto , ma mi guardo indietro e riesco a vedere la montagna di tempo che ho "consumato" senza nessun risultato. E mi spavento.

Non si può tornare indietro, perchè se solo fosse non mangerei quei due panini con la nutella di ieri mannaggia, ma niente mi vieta di cambiare il presente, sperando in un futuro più profiquo.

Due sono le frasi riguardanti il tempo che ho letto e condiviso facendole diventare base della mia magnolia-bibbia:

- essere impegnati non significa essere produttivi (e qui già mi cascava l'asino)

- chi si lamenta della mancanza di tempo è colui che ne fa un cattivo utilizzo (e qui questo povero asino si rompe proprio le ossa a forza di cadere)

e che caspita! ma proprio di me dovevano parlare queste due frasi ?

Nella visione di quello che sarebbe stata la rinascita di Magnolia, in questi ultimi mesi mi sono dedicata con tenacia al apprendimento della sopraffina e difficile arte dell'organizzazione del tempo, soprattutto a livello lavorativo.
Ho fatto un corso, ho parlato con tutor e scambiato idee con professionisti.

E porca paletta..funziona! Esiste sul serio un modo di gestire il tempo in modo proficuo e state sintonizzati qui perchè prossimamente ci facciamo una bella giornata insieme con un bel seminiario di approfondimento su questo argomento, perchè ognuno di voi può tranquillamente imparare ad essere più produttivo e a vedere risultati dalla proprie giornate non solo fatica e malumori. Credetemi perchè se ci riesco io, potete anche voi ;)

Ma nel frattempo che organizzo le idee su questa giornata, vi faccio una domanda.
La faccio proprio a tutte le mie aspiranti wedding planner e wp che hanno da poco intrapreso questo meraviglioso cammino.

Quanto tempo state sprecando nel cercare delle risposte ai vostri dubbi? delle risposte a problemi , che ovviamente non avete mai passato (intendo lavorativi) in prima persona?  dubbi che non sapete come dipanare?
Io personalmente , quando ho iniziato anni fa questo lavoro, credo di aver letteralmente perso, senza neanche troppi risultati positivi a dire il vero, montagne di tempo per cercare su internet le soluzioni ai miei problemi. E perchè? perchè non sapevo come comportarmi con una tale coppia, perchè non sapevo come stilare un contratto, perchè non sapevo come interpretare le proposte dei fornitori, perchè non sapevo come gestire l'ansia che mi portava una tale cosa, perchè non sapevo se quello che facevo era giusto o meno...continuo?
No perchè..lo vedo che state annuendo ritrovandovi in questo perchè perchè perchè perchè

Ok i corsi, i seminari, la formazione per diventare wedding planner..ma dopo? si è sul serio in grado di gestire la cosa? 
Perchè io non lo sono stata per niente agli inizi. Dopo il corso mi sono ritrovata nel periodo più incasinato e folle della mia carriera...quello dei perchè e del come cavolo faccio.
E quindi ore , giornate, settimane a cercare di trovare qualche forum online, qualche collega che mi desse una mano (a pagamento ci mancherebbe, ma no tutte porte chiuse) , qualche sito anche straniero dove poter trovare qualche bagliore di speranza. Nisba.
Ho solo perso tempo e non sapete quanto! 
O forse lo sapete bene vero? Già :P

Con conseguente risultato che, soprattutto quando mi serviva di essere produttiva, perchè agli inizi di una carriera ( e di questa in particolare con tutte le sue particolarità e difficoltà) è importante macinare e guadagnare terreno...io mi sono persa in ore di navigazione senza senso. 

Mi guardo indietro e penso che avrei avuto bisogno di una mano. Ed è quella che tendo a voi.

Ovviamente tutti voi potete , senza problemi, immaginarmi con la toga bianca e l'alloro in testa , intenta a "mentorizzare"..ma si dice così? ....qualcuno.
 :p..basta ho capito non c'è bisogno di andare oltre nella vostra fantasia...l'unica immagine che potete avere di me insieme ad un ramo di alloro è mentre lo metto nell'arrosto domenicale. Colpa mia, non ho mai creato un'immagine di me molto culturale-sofisticata.
Me ne prendo le conseguenze
..e comunque avreste ragione perchè lo utilizzerei (l'alloro) proprio solo in quel senso ahhh santa pace

Il servizio di mentoring è nato già da molto molto tempo per tanti risvolti della nostra vita sia privata (come il life coach) che lavorativa ed esistono mentori settoriali cioè dedicati ad alcuni lavori più particolari.
Ecco visto che secondo me mancava sul serio un servizio mentoring per il nostro lavoro, dopo anni e anni di lavoro, dopo le mille esperienze brutte e buone passate, dopo averne visto di tutti i colori..mi butto e cerco di dare quello che io ho cercato tanto anni fa.

E' un servizio che è in funzione già da un po' di tempo, ma l'avevo sospeso nella mia permanenza a Londra per problemi di connessione più che altro, ma da oggi è completamente riattivato e pronto per voi. 

Trovate le istruzioni per il servizio e come usarlo nella pagina "MENTORING" di questo blog.
Valutiamo il vostro problema insieme perchè a volte basta sul serio una piccola risposta mirata per sbloccare quello che sembra un macigno di problema.

Non perdete il tempo che ho perso io, usate il vostro tempo per fare una sana e seria carriera

....ok tolgo la toga (troppi spifferi da posti inconsueti :P)


post signature

2 commenti:

  1. Una delle cose che ho sposato da subito della tua filosofia è la condivisione!

    RispondiElimina