mercoledì 19 marzo 2008

La mattina presto..

Quelli che mi conoscono sanno che mi alzo sempre abbastanza presto. Ma oggi ho veramente superato il limite stupendo, non positivamente, anche me stessa. Con tutto quello che ho da fare mi manca solo di non dormire abbastanza...arghhh...mannagg...
Oggi sono nervosetta. Non è da me svegliarmi già con la lunetta storta ma devo dire che , sarà la primavera, sarà il periodo di lavoro a pieno ritmo, ma ho un po' i nervi a fior di pelle. Mio marito stoicamente mi sopporta e non proferisce parola. Lo amo per questo.
E visto che sono solo le 7.00 del mattino ed ho già pulito casa, preparato le mie cose per il lavoro, stirato (imparerete che stirare è una costante della mia vita..meno che mi piace e più devo farlo accidenti), mi sono messa un po' al pc per portarmi avanti con il lavoro.
Ogni tanto leggo con molta simpatia e anche un po' di tenerezza il forum di AlFemminile sul matrimonio, dove future sposine in piena crisi si fanno le domande più svariate sull'organizzazione delle loro nozze. Dai fiori al fotografo passando dalla luna di miele alla location è un tripudio di insicurezze e felicità che fa davvero bene all'anima.
Ma l'altro giorno una domanda mi ha colpita più di altre inducendomi a rispondere quando in realtà lo faccio raramente. Una ragazza piena di voglia di amare e di grande tristezza chiedeva se fosse vera la possibilità di sposarsi "per finta" ; tralascio il perchè ma questo mi da' lo spunto per spiegare bene questa possibilità dato la sempre più crescente necessità di scegliere questo tipo di nozze a causa delle ragioni più disparate, non ultima l'omossesualità.
E' possibile celebrare un rito simbolico che chiaramente non ha valore legale perchè officiato da un Maestro di Cerimonie e non da qualcuno del Comune o Municipio che sia. Io offro e suggerisco spesso questo tipo di cerimonia anche a chi può sposarsi legalemente (chiaramente qualche giorno prima la coppia si sposa con rito civile in modo che comunque le nozze siano legali) perchè questo tipo di cerimonia da' la possibilità, secondo me importante, di scegliere la location per il rito simbolico.
Questo vuol dire anche nel bel mezzo di un orto, nel giardino di casa, in una strada pittoresca o a bordo di un catamarano..tutti i posti vanno bene.
Ma il post di quella ragazza fa riflettere: essere impossibilitati da x motivi a sposarsi e volere comunque condividere quel momento con la persona che si ama nonostante alla fine dei salmi non conti niente legalmente, da' veramente molta da pensare in un epoca in cui ormai il matrimonio non è più considerato come grande valore.
Come dico sempre per me il matrimonio non è un vincolo ma un legame. Due persone che si scelgono sentono istintivamente il bisogno di giurarsi amore eterno...anche solo in modo simbolico.
Bello e commovente vedere che ci sono persone che nonostante tutto si metta contro, vogliono trovare il modo di aggirare l'ostacolo e farsi felici comunque.
Auguro a questa ragazza come a tutti quelli che come lei si trovano in difficoltà, di trovare il coraggio di andare controcorrente e dirsi "sì" a dispetto di tutto. Perchè l'amore deve vincere. Sempre.
Chiaramente chi ha dubbi su questo rito simbolico ed è curioso di saperne di più mi contatti pure, sono sempre contenta di rassicurare qualcuno.
Buon Mercoledì a tutti.

2 commenti:

  1. Fai un bellissimo lavoro! ma che percorso ti ha portata a farlo? sono curiosa...

    ciao,
    Grazia

    RispondiElimina
  2. @cuocapercaso - In realtà è ridicolo dirlo ma tutto è iniziato con il famoso film con JLo. Scontato vero? Se pensi che comunque sono passati tanti anni da allora e solo da un paio mi sono finalmente decisa a buttarmi, puoi capire perchè ci metto tanta passione. E' da tanto che mi preparavo!
    Siete in tante a chiederlo quindi credo che prima o poi posterò the beginning of...
    Buona giornata

    RispondiElimina