sabato 11 febbraio 2012

Inspirational Saturday


Sembra che questa settimana sia volata via più velocemente del solito, sembra solo ieri sera che stavo scrivendo il primo post sulle frasi che mi hanno e mi stanno ispirando nel mio percorso di miglioramento e di cambiamento.
Ed arrivato il momento di aprirsi con voi ancora di più.
Pronti con la penna e il post-it?

Angosciandoti e preoccupandoti non liberi il tuo domani dai problemi
svuoti solo il tuo oggi di energie


Quando una persona meravigliosa mi scrisse questa frase in un'email qualche mese fa', l'avrei mandata a quel paese seduta stante. Mi sono sentita quasi offesa (e l'offesa non è un sentimento che provo spesso per natura, quindi immaginatevi un po') e delusa perchè l'avevo presa come un attacco diretto ai miei problemi e mi sembrava che questa persona non capisse che tipo di problemi avevo, che li sottovalutasse o che peggio mi pensasse una bambina frignona che non sopporta un po' di sofferenza.
Aveva ragione.

Ognuno di noi ha la sua buona dose di problemi più o meno gravi e credetemi non siate mai invidiosi di nessuno perchè è di tutti averli. Tutti noi ne abbiamo sopportati anche di molti gravi, periodi così bui che io personalmente non saprei neanche dire come caspita ho fatto a sopravvivere.
Chi di voi in questo momento ne sta' passando di veramente seri e atroci penserà sicuramente che è facile dire così, ma non si può fare sul serio di non preoccuparsi e anche voi avete ragione per certi versi, anche se ragionandoci un po', un pochino di ragione la dobbiamo dare anche alla persona che mi ha scritto queste parole. Ma vi capisco.

Parliamo di tipologie di angosce e di preoccupazioni che tutti noi proviamo giornalmente.
Chi di voi non si sente o si è sentito preoccupato per il proprio lavoro, per la direzione della propria vita, per il proprio aspetto fisico, per il proprio futuro , per i rapporti in famiglia e così tante altre cose che mi ci vorrebbe tutta la notte per elencarle.
Io personalmente ho passato la bellezza degli ultimi 20 anni a preoccuparmi ogni giorno per qualsiasi cosa e angosciarmi ogni giorno per tutto e di più, sembravo una persona serena e gioiosa e mi sforzavo sempre di esserlo , ma chiaro come il sole che non lo ero per niente.
Tutto mi sembrava un ostaolo insormontabile , tutto il futuro un enorme punto interrogativo che non riuscivo neanche con il lavoro duro e con un ottimismo instancabile , a cancellare. Tutto sembrava un nodo che non riuscivo a digerire e che mi angosciava da pazzi.
E il lavoro che va, ma che potrebbe andare meglio.
E la collega che va meglio di me e pur essendo contenta per lei, non riuscivo a capire come arrivare allo stesso punto.
E il guardarmi allo specchio e avere la paura che qualcuno scoprisse che non ero la persona che volevo sembrare
E preoccuparmi della famiglia
E le responsabilità di dover scegliere troppo spesso tra realtà e speranze
E così via...

Ogni giorno era una sfilza di domande e di nessuna risposta, di ansie e di aspettative per un futuro che volevo si realizzasse fin troppo velocemente e la testa che mi scoppiava letteralmente, questo fino a non molto tempo fa in realtà.
Così ho fatto la cosa più brutta che si possa fare in questa situazione ...abituarmi.
Perchè ho scoperto che l'angoscia e l'ansia sono come droghe che danno assuefazione, ti intrappolano dentro le loro spire e ti trascinano nel vuoto di una vita non vissuta.Si continua ad avere atteggiamenti distruttivi e paranoici quasi automaticamente, fino a non rendersi nemmeno più conto di avere sempre un'espressione sul viso tirata e un sorriso quasi ormai spento.
Da questa droga voi potete uscirne perchè se sono riuscita io non c'è assolutamente nessun ostacolo per voi.
Questo non vuol dire eliminare i problemi, vuol dire solo affrontarli con il giusto peso che hanno e con serenità. Vuol dire che a volte neanche si creano i problemi, perchè sono le nostre preoccupazioni il vero problema. A volte la testa ce la fasciamo fin troppo prima di essersela rotta vero?
E se i problemi ci sono sul serio? che abbiate la soluzione o che non l'abbiate...ha veramente senso annullare le proprie giornate con angosce e paure o è meglio affrontare tutto con polso e sicurezza?
Credetemi non c'è problema, e Dio sa' che avrei voluto risolvere, che si possa risolvere preoccupandosi, guardandomi indietro anche mio padre mi ha dato una grande lezione su questo curandosi fino all'ultimo giorno di vita, senza mai preoccuparsi di un'eventuale fine. Poi è andata come è andata, ma nel frattempo è stato un uomo sereno e ha vissuto con noi gli ultimi anni, con il sorriso.

Mi sono confrontata con questa meravigliosa persona che mi aveva scritto questa frase per cercare di capire dove stava il punto da risolvere nella mia vita , sicura che ci fosse una causa esterna che potevo risolvere con un piccolo gesto semplice come curare una carie e mi sono solo sentita dire che era colpa mia e che con un po' di lavoro su di me avrei potuto sentirmi meglio.
In quel momento il mondo mi ha inghiottito
"non è vero che mi sentirò meglio! non è vero che il mio ormai è un atteggiamento! è la vita che è così...non sono io"
Non volevo che fosse vero.
Come ci ero arrivata a quel punto? Io che sono sempre stata un vulcano di energie.

Non esistono formule o schemi o trucchi, ma una cosa mi è stata insegnata e dato che sta' funzionando su di me io la voglio condividere e cercare di insegnare a voi o almeno a chi si sente nello stesso modo in cui mi sentivo io.
Prima di tutto apritevi con qualcuno o in qualche modo, a me scrivere il blog ha aiutatato moltissimo, perchè tirare fuori tutto quello che si ha dentro è una grande cura.
E l'unica altra cosa da fare è costringersi.
Costringersi a prendersi più cura di se', costringersi a prendere del tempo per se stessi tutti i giorni, costringersi a sorridere, costringersi a scrivere su un foglio ogni giorno cosa ci angoscia e perchè, perchè quelle cose una volta scritte in parte spariranno e alcune si ridimensioneranno, costringersi a scrivere su un foglio cosa vorremmo per il nostro futuro. Costringersi a usare le proprie energie per le cose belle e le cose importanti.

E io mi sono costretta per molto tempo a fare tutto questo senza capire una cippa di cosa mi avrebbe portato e perdendo la fiducia spesso in quello che facevo perchè non vedevo risultati , ma sono andata avanti e dopo diverso tempo , le cose sono migliorate, ogni giorno di più.
Il mio modo di reagire è più disteso, sono meno preoccupata. Riesco ad impiegare le mie energie in cose più belle e più utili.
E proprio come uscire da un tunnel di droga, piano piano sono uscita dal mio mal-atteggiamento.
La mia più grande vittoria è proprio il non sentirmi più oberata di responsabilità e impegni , aver imparato a impiegare le mie energie in modo costruttivo. Non ne potevo proprio più di consumarmi tutto il giorno senza aver fatto in realtà proprio nulla perchè le mie energie erano assorbite dal mio negativo atteggiamento.

Sto' parlando con tante persone ultimamente perchè mi state chiamando in molti per parlare con me e per avere informazioni, chiarimenti , aiuti, sostegni e ho avuto modo di confrontarmi con tante realtà diverse, con tante vite diverse e tante personalità diverse.
Ma la realtà è che in ognuno di voi vedo me e io vorrei trascinarvi tutti con me in questo stato di equilibrio interiore.
Quanto tempo state sprecando ogni giorno della vostra vita a farvi venire il magone per una "voi" che sognate di essere e che vi rendete drammaticamente conto di non essere?

Vi svelo un segreto che ho scoperto.
L'unica differenza che passa tra la persona che siete e la persona che vorreste essere è il come vi comportante.
Non c'è nessun altro ostacolo.


2 commenti:

  1. Sono tra i molti moltissimi che ti seguono e che ti ammirano.
    Per la bravura sì, ma anche per forza, per il percorso, per ciò che stai facendo e per come lo stai facendo.
    La frase con cui concludi oggi mi piace moltissimo. Grazie,
    Ila

    RispondiElimina
  2. Ila siete tutti voi la mia forze , te compresa. Quindi grazie di cuore perchè senza voi non esisterebbe un blog. abbraccio forte!

    RispondiElimina